Il 15 maggio 2022 è l’Overshoot Day per l’Italia

L’Earth Overshoot Day segna la data in cui la richiesta dell’umanità di risorse ecologiche e servizi disponibili in un anno eccede ciò che la Terra può rigenerare durante quell’anno. Global Footprint Network, un’organizzazione internazionale di ricerca, ogni anno calcola l’Overshoot Day per ogni nazione, ovvero quando cadrebbe l’Earth Overshoot Day se tutto il mondo consumasse risorse nella stessa quantità di quel paese: per l’Italia, quest’anno l’Overshoot Day cade il 15 maggio.

L’Overshoot Day per l’Italia

L’anno scorso era stato il 13 maggio, quest’anno il 15: secondo alcuni calcoli, affinché l’utilizzo di risorse non ecceda in base al consumo dell’Italia servirebbero 2,7 Terre, secondo altri 5,3. In nessuno dei due casi è una buona notizia: siamo ben oltre il consumo che ci possiamo permettere. Un ruolo importantissimo è ricoperto dagli investimenti in combustibili fossili, che ancora sono causa del 61% dell’impronta ecologica dell’umanità, ma che fare nel frattempo?

Un primissimo passo, molto d’impatto per capire da dove partire per cambiare qualcosa, è calcolare la propria personale impronta ecologica, e quando cadrebbe l’Overshoot Day se tutto il mondo avesse le proprie abitudini di consumo delle risorse. Farlo è facilissimo, basta rispondere alle domande previste da questo quiz.

L’Earth Overshoot Day

Per la Terra l’Overshoot Day l’anno scorso era stato il 29 luglio, mentre per sapere la data esatta per il 2022 bisogna aspettare che venga annunciata il 5 giugno 2022, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente. Nel frattempo, sappiamo che solo a maggio c’è l’Overshoot Day di 28 paesi, o 29 se si considera l’Unione Europea nel suo insieme, e che per alcuni paesi questa giornata cade anche prima: per gli Stati Uniti e il Canada, per esempio, quest’anno l’Overshoot Day è stato il 13 marzo.

Per approfondire si può inoltre consultare il sito dell’Earth Overshoot Day, dove sono indicate le singole date per ogni paese sia in ordine alfabetico che per data. Il fatto che per alcuni paesi non esista l’Overshoot Day e che per altri cada durante i primi mesi dell’anno dovrebbe inoltre farci riflettere sui sistemi di oppressione e su come, nel quadro di un sistema complesso di relazioni e collettività, ogni nostra azione non ricada solo sui noi stessi, e nemmeno solo sulla nostra città o sul nostro paese, ma sul mondo intero. Anche (e spesso soprattutto) su chi contribuisce a controbilanciare tutto quello che consumiamo noi.

Scrive per noi

Chiara Pedrocchi
Laureata in Lettere Moderne all’Università di Siena, si sta laureando in Antropologia Culturale ed Etnologia all’Università di Torino. Oltre che per .eco scrive per Scomodo, e in passato ha collaborato con Lo Sbuffo e ViaggiNews.com. Aspirante giornalista, si interessa di ambiente, diritti umani e sessualità.

Chiara Pedrocchi

Laureata in Lettere Moderne all’Università di Siena, si sta laureando in Antropologia Culturale ed Etnologia all’Università di Torino. Oltre che per .eco scrive per Scomodo, e in passato ha collaborato con Lo Sbuffo e ViaggiNews.com. Aspirante giornalista, si interessa di ambiente, diritti umani e sessualità.

Chiara Pedrocchi has 14 posts and counting. See all posts by Chiara Pedrocchi

Parliamone ;-)