7° WEEC – Appuntamento a Marrakech

Tra poco più di un anno in Marocco il Settimo congresso mondiale dell’educazione ambientale. È la prima volta che il WEEC approda in un paese arabo. Dodici gli assi tematici e un “focus” speciale. Dall’Italia una partecipazione coordinata.

 

Incontrare “colleghi” di tutto il mondo, confrontare esperienze, imparare qualcosa di nuovo: un congresso internazionale di settore è sempre una occasione importante e preziosa e il discorso vale ancor di più per l’educazione all’ambiente e alla sostenibilità, campo in cui gli appuntamenti del genere sono molto rari. Ma il settimo Congresso mondiale di educazione ambientale offre a singoli a enti e ad associazioni molti motivi in più per raggiungere la celebre località marocchina.

Educazione per il futuro

Una educazione “verde” o “ecologica”, innanzi tutto, è indispensabile per raggiungere quegli obiettivi di cambiamento di modello socioeconomico che è urgente e necessario di fronte all’aggravarsi del quadro: riscaldamento globale, catastrofi ambientali, biodiversità alle corde, emergenza acqua, mancanza di cibo si intrecciano non casualmente con tensioni, conflitti, disagio sociale. Come avrebbe detto Aurelio Peccei, fondatore del Club di Roma, dobbiamo “imparare il futuro”: «Quello di cui abbiamo bisogno a questo punto dell’evoluzione umana è di imparare che cosa ci vuole per imparare quello che dovremmo imparare – e impararlo».
Quali sono i contenuti, gli strumenti e i metodi per il gigantesco impegno educativo richiesto all’umanità? Come rafforzare le nostre reti educative, localmente e globalmente? Come attrezzare tutti a essere degli agenti di cambiamento, a orientarsi nella complessità del presente, a potenziare le competenze richieste da una “rivoluzione ecologica” nei modi di produrre e di consumare? Le nostre strutture e le nostre attività sono adeguate? Le politiche educative sono adeguate? Cosa si può fare a livello locale, nazionale e internazionale? Ecco alcune delle domande che i partecipanti al congresso del 2013 si porranno e cui cercheranno di rispondere.

Una occasione da non perdere

Educatori, ricercatori, comunicatori e quanti come amministratori pubblici o tecnici si trovano a definire strategie pubbliche e a gestire centri di educazione ambientale non possono dunque perdere l’occasione costituita dai World Environmental Education Congress (WEEC) che si tengono regolarmente dal 2003.
Per l’Europa e per l’Italia, inoltre, il Marocco è una destinazione vicina in molti sensi, geograficamente e per antichi legami culturali ed economici tra le due sponde del Mediterraneo.
Dopo i congressi in Sudafrica, Canada e Australia, il WEEC torna a poche ore di volo low cost da noi. E lo fa in una fase cruciale, a metà tra la conferenza ONU di Rio de Janeiro di quest’anno e l’imminente conclusione del Decennio mondiale dell’educazione allo sviluppo sostenibile, che si conclude nel 2014 e già si interroga su quale eredità potrà lasciare.

Un congresso aperto

Per storia e per spirito, il WEEC è una sede ideale per assorbire energie positive, per presentarsi sulla scena internazionale e per apprendere da una molteplicità di realtà, in una grande varietà e ricchezza di voci, di punti di vista e di situazioni.
Ai WEEC, infatti, partecipano rappresentanti di un arco molto vario di contesti: università, scuole, aree protette, istituzioni, enti locali, associazioni, imprese… Ben quattro le lingue utilizzate (inglese, francese, spagnolo, arabo), dodici gli assi tematici in cui saranno suddivisi i lavori di gruppo, moltissime le modalità in cui i partecipanti potranno presentare iniziative o riflessioni, dal classico intervento orale (il “paper”), al poster, alla tavola rotonda o al workshop (e chi vorrà anche uno spazio fisico potrà richiedere uno stand). Le associazioni potranno disporre di un banco per esporre pubblicazioni e materiali.
I partecipanti italiani, come per le precedenti edizioni, potranno inoltre contare sul supporto del Segretariato Permanente internazionale, che ha sede proprio in Italia.

Mario Salomone

23 aprile 2012


Il Settimo WEEC (World Environmental Education Congress) si terrà a Marrakech dal 9 al 14 giugno 2013. Chi è interessato a partecipare può rivolgersi al Segretariato Permanente internazionale, tel. 0114366522, e-mail secretariat@environmental-education.org.
Sono in preparazione “pacchetti” speciali per i partecipanti italiani. Il sito ufficiale del congresso è www.weec2013.org, il sito del Segretariato è www.environmental-education.org

Parliamone ;-)