8 maggio: Giornata Mondiale del Commercio Equo

In tutto il mondo migliaia di organizzazioni del commercio equo (produttori, importatori, Botteghe del mondo, semplici volontari) si sono dati appuntamento per organizzare iniziative, dibattiti, lanciare campagne e proposte per cambiare un’economia insostenibile.

E’ una giornata internazionale organizzata dalla World Fair Trade Organization (Organizzazione mondiale del Commercio Equo e Solidale, WFTO) per ribadire come il Commercio Equo sia sempre di più un modo efficiente ed efficace per contribuire alla riduzione della povertà, della crisi alimentare ed economica e del cambiamento climatico. L’Organizzazione mondiale è la rete globale delle 350 organizzazioni di Commercio Equo in tutto il mondo, presenti in oltre 70 paesi.

Ma cosa si intende esattamente per commercio equo? Nato in Europa alla fine degli anni ’50, è diventato oggi un’importante approccio di cooperazione internazionale. Commercio equo significa dignità del lavoro, prezzo equo pagato a produttori e lavoratori, trasparenza della filiera. Vuol dire, in sostanza, nuovo modello di sviluppo, fondato sul dialogo e sul rispetto, fatto di produzioni a misura di persone e di pianeta. L’obiettivo fondamentale è quello di riequilibrare i rapporti di forza tra Nord e Sud del Mondo. Il Commercio Equo contribuisce allo sviluppo sostenibile offrendo migliori condizioni commerciali a produttori e lavoratori svantaggiati, particolarmente nei paesi più poveri, garantendone i diritti, migliorando il loro accesso al mercato e le loro condizioni di vita.

Tante le iniziative e le campagne di sensibilizzazione in Italia per sostenere questa importante giornata e cambiare le regole e le prassi del commercio internazionale convenzionale.

Per maggiori informazioni:www.worldfairtradeday10.org

Romina Anardo

8/05/2010

 

 

 

 

Scrive per noi

Romina Anardo
Laureata in Scienze internazionali e diplomatiche con una tesi in Storia e istituzioni del mondo musulmano, dal titolo “I presupposti ideologici della rivoluzione iraniana”, lavora presso l’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro Onlus.

Romina Anardo

Laureata in Scienze internazionali e diplomatiche con una tesi in Storia e istituzioni del mondo musulmano, dal titolo “I presupposti ideologici della rivoluzione iraniana”, lavora presso l’Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro Onlus.

Romina Anardo has 30 posts and counting. See all posts by Romina Anardo

Parliamone ;-)