Earth Prize 2019: le nomination, la Giornata Mondiale dell’Educazione Ambientale e gli eventi di ottobre a Luino, sul Lago Maggiore

«Mission di Earth Prize – spiega il direttore artistico Luca Novelli – è identificare e dare un riconoscimento a personaggi, organizzazioni e progetti che mirano a proteggere e valorizzare paesaggi e risorse ambientali, alla luce dei cambiamenti climatici in atto».

Leggi tutto

“La Quercia Green”

A Roma all’Anfiteatro La Quercia del Tasso incontro con il WEEC network internazionale impegnato nell’ambiente e con “.eco”, un omaggio ai trent’anni della nostra rivista e alla nostra “Missione 2049”: fare migliori i prossimi trenta, per l’umanità e per il pianeta.

Leggi tutto

Ambiente ed economia, l’intreccio necessario per un Mediterraneo sostenibile

Il riscaldamento globale minaccia una delle aree marine del mondo più ricche di biodiversità e capitale naturale, ma il forte carico antropico del piccolo e affollato Mediterraneo fa la sua (pessima) parte. Se ne è parlato in un convegno alla Spezia, intrecciando temi ambientali e strategie per una economia sostenibile. Alla base di tutto, è stato detto, un radicale cambiamento culturale.

Leggi tutto

Religioni e spiritualità in Thailandia

Riprendiamo il nostro percorso di avvicinamento al Congresso internazionale WEEC di Bangkok con un assaggio di una delle componenti principali della cultura e della tradizione thailandese, la religione, o – per meglio dire – le varie forme di credo religioso. Una considerazione doverosa, visto che ci troviamo di fronte ad una realtà composita. Anche se più del 90 per cento si dichiara “buddista theravada” (una religione molto legata all’ambiente, ai cicli degli astri, della luna, del sole e, soprattutto all’agricoltura e all’allevamento), ci sono ancora residui dei culti ctonii nelle varie regioni che compongono lo Stato che, con i thailandesi di religione musulmana e cattolica (complessivamente poco più del 6 per cento) vanno a comporre una realtà che mescola spesso pratiche religiose e civili.

Leggi tutto

L’importanza di alimentare la rete: l’intervista a Michele Sbaragli, docente della Summer School

Ancora un’intervista ai docenti e formatori della Rete WEEC Italia.  Michele Sbaragli si occupa da circa vent’anni del “Bosco Didattico” di Perugia e dal 2009 coordina le attività di EAS presso l’Agenzia Regionale di Protezione Ambientale dell’Umbria. Anche per lui le domande vertono sui 4 temi individuati dalla redazione: formazione, educazione ambientale, le esperienze nel network e la Summer school. 

Leggi tutto

Thailandia. Uno sguardo all’economia del “Paese gentile”

Ciò che WEEC si accinge a celebrare in Thailandia è qualcosa di più di un semplice congresso, di un appuntamento “consueto” da vivere con sufficienza o poco più. È il luogo stesso a proporci qualcosa di speciale, qualcosa che non potrà non condizionare i lavori del simposio. La città, la grande città di Bangkok andrà un po’ a riassumere tutta questa originalità che, con molta umiltà, vorremmo presentarvi, sperando in una vostra curiosità e, magari, partecipazione diretta. Con questo spirito riprendiamo la descrizione della realtà thailandese, una nazione che fa della flessibilità la sua arma migliore e che sa stare al passo coi tempi, esaminandone – questa volta – gli aspetti economici.

Leggi tutto

Nuovi linguaggi dell’educazione ambientale e alla sostenibilità. Incroci tra educazione, ambiente e democrazia

La scuola estiva 2019 della Rete italiana di educazione ambientale (WEEC Italia) si tiene da 19 al 22 agosto. Si parlerà anche di robotica e di educazione al futuro, in una edizione all’insegna della creatività e dei nuovi linguaggi. Tutti i dettagli del programma e le modalità di partecipazione su www.weecnetwork.it.

Leggi tutto

L’ambientalismo italiano rende omaggio a Giorgio Nebbia

All’età di 93 anni si è spento Giorgio Nebbia, uno dei padri dell’ambientalismo italiano. Collaboratore da sempre di “.eco”, era autore di migliaia di articoli su giornali e periodici e di molti libri. Per la nostra rivista aveva scritto anche “Erano andati a sciare”, dodici suoi racconti scientifici caratterizzati, come sempre, da uno stile efficace e agile. In suo ricordo il PDF di “Erano andati a sciare” è scaricabile gratuitamente dal nostro sito.

Leggi tutto

“L’educazione ambientale è anzitutto educare in Natura”: continuano con Silvio Carrieri le interviste ai docenti della Summer School 2019.

Continuano le interviste ai docenti e formatori della Rete WEEC Italia. I temi centrali: formazione, educazione ambientale, le esperienze nel network e la Summer school. Oggi si racconta Silvio Carrieri, educatore ambientale e responsabile del CEA Pollino – Calabria.

Leggi tutto

Azioni in movimento per la sostenibilità

Riportiamo l’intervista a Susanna De Biasi, referente del progetto “Sensibili al cambiamento”, di cui abbiamo parlato qui. L’idea è quella di stimolare le organizzazioni del non profit all’adozione di buone pratiche in ambito di produzione e consumo consapevole. Ecco come.

Leggi tutto

“Sensibili al cambiamento”: azioni consapevoli per la salvaguardia del pianeta

Come sarà il mondo nel 2030? Per rispondere a questa domanda le parole non sono più sufficienti. È necessario agire ora. Di fronte al cambiamento del nostro pianeta è fondamentale chiedersi da che parte si vuole stare: le nostre scelte di oggi determineranno infatti la possibilità delle generazioni future di poter vivere sulla Terra. Da queste premesse prende spunto il progetto Sensibili al cambiamento.

Leggi tutto

I relatori della Summer School 2019: Donatella Porfido.

La redazione di “.eco” rilascia l’intervista della relatrice che, insieme a Isabella Zoppi, lunedì 19 Agosto accoglierà i partecipanti nell’attività di team building: la Dottoressa Donatella Porfido.

Leggi tutto

Il nuovo numero di “.eco”: diversità e natura in primo piano

In questa edizione, Pietro Greco dedica un articolo al “Manifesto della diversità e dell’uguaglianza umane” in memoria delle leggi razziali del ’38.
Ippolito Ostellino scrive sul ruolo del Manifesto per il Po, in vista delle opere di mitigazione per il cambiamento climatico; a seguire, è intervistato da Mario Salomone in merito al ruolo dell’educazione ambientale nelle aree protette.

Leggi tutto

Condivisione, solidarietà, professionalità. Partono le interviste ai relatori della Summer School 2019

In vista dell’avvio della Summer School del 2019, la redazione di “.eco” dà il via a interviste ai relatori che terranno i seminari e le lezioni. Per iniziare, uno dei fondatori della Rete Weec Italia Mario Salomone.

Leggi tutto

Un bene comune da tutelare e sviluppare: la cultura dell’ambiente

Una rete di ricercatori, docenti e educatori, congressi mondiali ed eventi nazionali, tre testate non profit: questo e altro può essere sostenuto con il 5×1000. Perché cambiare si può e si deve, ma nessun cambiamento è possibile se non cambia il clima culturale e se non si rafforzano e mettono in comune le competenze dei formatori e studiosi.

Leggi tutto

2049: una cartolina da Luca Mercalli

Continua la “missione 2049” per i 30 anni di “.eco”, con Serenella Iovino, Luca Mercalli e Bianca Nardon. Questo e molto altro nel ricco numero di giugno della rivista italiana di riferimento dell’educazione per l’ambiente e la sostenibilità (EAS). Possibile ancora richiedere la prima puntata delle “cartoline dal 2049” (in omaggio abbonandosi entro il 20 giugno)

Leggi tutto

Educazione, Resilienza, Democrazia: la Rete WEEC ne discute a Cagliari

A Cagliari (6-8 giugno) si svolge la First International Conference Education and Post-Democracy, prima conferenza internazionale della rivista “Scuola democratica”. Una sessione su “Educazione, Resilienza, Democrazia” in ambito WEEC, dalla riflessione fatta nel corso della Summer school 2018, nell’officina delle idee su “Fragilità e resilienza”, e da una recensione su “.eco” al libro di Patrizia Garista.

Leggi tutto

Cinemambiente: la realtà entra nelle scuole con i film dei ragazzi

Si è conclusa la ventiduesima edizione del Festival internazionale di cinema ambientale. Molti i premi e le menzioni Miglior documentario “The Burning Field”, premio del pubblico al film sull’Antropocene. Gli incendi boschivi sul Vesuvio e il dramma di Taranto nella sezione Junior: cortometraggi realizzati da scuole elementari, medie e superiori.

Leggi tutto

“Chi vive in zone inquinate non sceglie l’aria che respira, gli viene imposta”. L’intervento dei Fridays for future al Clean air dialogue

“Non abbiamo più paura di reclamare il nostro futuro”, di fronte all’estinzione di massa e alla più grande emergenza climatica ed ambientale di origine antropica di sempre. I giovani di Fridays For Future Italia hanno parlato prima di tutto il Governo in apertura del summit Italia-UE (Torino, 4 e 5 giugno) sull’inquinamento atmosferico che uccide ogni giorno 219 persone in Italia (come ha ricordato il Ministro dell’ambiente Sergio Costa) e oltre 1.200 un Europa. Pubblichiamo il testo integrale dell’intervento della delegazione di Fridays For Future.

Leggi tutto