Educare all’ambiente a partire dal piatto: i corsi di Fondazione Barilla

Fondazione Barilla, impegnata nelle sfide dell’educazione alimentare, propone due attività volte alla riflessione dei docenti sulle azioni che possono influenzare l’impatto ambientale del cibo consumato. A disposizione dei docenti è previsto un concorso online e gratuito e un concorso volto a premiare l’eccellenza delle scuole nella trasmissione delle buone pratiche.

La sostenibilità ambientale e quella alimentare sono tra loro indissolubilmente legate. Questo, se per i più esperti risulta evidente, non lo è, invece, per i più giovani: appena un ragazzo su tre under 27 pensa che il benessere del Pianeta dipenda anche da ciò che mangia. Appare chiaro, pertanto, che sia necessaria un’educazione ambientale e alimentare ad hoc, per poter rendere tutti consapevoli dell’impatto delle proprie scelte alimentari.

Tutto parte dagli educatori

Il primo passo è quello di informare coloro i quali dovranno correttamente divulgare questi temi, ad esempio nell’ambiente scolastico. Per questa ragione, la Fondazione Barilla ha avviato un corso di aggiornamento dal titolo, “Dieta mediterranea, SDG e Sviluppo Sostenibile. L’educazione civica attraverso il cibo”, gratuito e fruibile sulla piattaforma S.O.F.I.A. del Ministero dell’Istruzione. L’obiettivo, secondo Anna Ruggerini, Direttore Operativo di Fondazione Barilla, è quello di “affiancare i docenti con strumenti didattici e attività concrete in grado di insegnare ai giovani a leggere il mondo attraverso una nuova lente, quella che vede nel cibo il fil rouge che accomuna gli SDG e ci invita ad agire con senso critico e di responsabilità, non solo per la nostra salute, ma anche per quella del Pianeta”.

Il percorso è strutturato in vari moduli in eLearning per approfondire il tema della dieta mediterranea; conoscerne le origini  e le sue principali caratteristiche; analizzare il ruolo dei sistemi alimentari sostenibili per combattere il cambiamento climatico; il corso terminerà con un webinar finale a cui i docenti potranno partecipare il 25 febbraio e l’11 marzo dalle 15.00 alle 18.00 .

Chi sosterrà l’intero corso (eLearning e webinar) riceverà un’attestazione di 12 ore, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione per l’aggiornamento in servizio.

Il concorso per ‘generare un cambiamento’

Sempre ai docenti si rivolge la terza edizione del concorso promosso da Fondazione Barilla “Noi, il cibo, il nostro Pianeta: in Action”. Attraverso il contest, tutti i docenti di ogni ordine e grado chiamati a raccontare, attraverso 3 parole chiave, le buone pratiche avviate nella scuola di appartenenza.

Sarà possibile presentare gli elaborati digitali (in formato pdf o mp4) che raccontano le buone pratiche di ciascuna scuola fino al 30 aprile 2021 alle ore 17:00. I 3 migliori elaborati saranno premiati con un buono del valore di 300 € per la scuola e di 300 € per il docente, da spendersi in libri e materiale didattico.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.noiilciboilpianeta.it

Parliamone ;-)