Gino Strada, medico del Noi

[Nell’immagine di apertura, un ritratto di Gino Strada, dal sito web di Emergency]

È morto Gino Strada, a 73 anni, mentre si trovava in vacanza in Normandia.

Dopo avere terminato gli studi al Liceo Classico Carducci a Milano, si era iscritto alla Statale di Milano specializzandosi in Chirurgia di Urgenza. Dal 1988 si era indirizzato alla Chirurgia Traumatologia e alla cura delle vittime di guerra. Dal 1989 al 1994 aveva lavorato con il Comitato Internazionale della Croce Rossa in varie zone di conflitto: Pakistan, Etiopia, Perù, Afghanistan, Somalia, Bosnia-Erzegovina. Nel 1994, con la moglie Teresa Sarti, morta nel 2013, aveva fondato l’ONG “Emergency”, associazione indipendente e neutrale, per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine anti-uomo e della povertà.

Un saggio dell’età contemporanea

Strada è stato l’alfiere dell’impegno civile della medicina e della centralità dell’essere umano. Possiamo considerarlo un saggio dell’età contemporanea: già nel mondo greco, come ricordava negli anni Cinquanta del XX secolo il filologo tedesco Bruno Snell, saggio è “colui che sa agire”. E l’azione di Gino Strada è stata assolutamente coerente con il Giuramento del medico greco Ippocrate di Coos (V secolo a. C.) : “Regolero’ il mio modo di vivere al bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio, mi asterrò dal recar danno e offesa.” Non a caso Strada è stato amico del “prete di strada” don Andrea Gallo, l’uomo che, nel segno di Cristo, ha dedicato la propria vita agli ultimi della terra.
Fico, presidente della Camera dei Deputati, lo ricorda con parole importanti: “Impegno, coraggio propri di un vero costruttore di pace”, Letta (segretario del PD) commenta: “Da oggi l’Italia è più povera”. Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International lo ricorda come “molto netto nel rivendicare la giustezza delle politiche dell’impegno umanitario contro la scelleratezza delle guerre e delle operazioni militari di tante leadership dell’Occidente.” E, volendo sottolineare l’eredità di Strada, continua affermando che Strada “ha rappresentato l’eccellenza del bene, del bello e del giusto. Con il suo esempio, ha mostrato che i diritti non vengono concessi, ma che ognuno di noi nasce con i propri diritti e che bisogna lottare per vedersela rispettati e per farli rispettare.”

Impegno civile e pratica medica

Coniugando impegno civile e pratica medica, Strada ci ha insegnato che nella difesa dei diritti umani non bisogna guardare in faccia nessuno, occorre indicare nomi, cognomi, responsabilità. Le ONG hanno un ruolo fondamentale anche dovuto ai danni prodotti dalle leadership e dalle loro ideologia di guerra e di negazione dei diritti umani – ha continuato Noury in un’intervista diffusa da RAI News 24 del 13 agosto.
Lo si ripete: Gino Strada è stato un vero saggio dell’età contemporanea: colui che ha abbracciato in modo laico la compassione.
Gino Strada, il medico del Noi, dimenticando l’Io.
Tra i libri relativi a questi temi va segnalato il volume di Cecilia Strada (figlia di Gino Strada ed ex presidente di Emergency), “La guerra tra noi”, Milano, Rizzoli, 2017.

Scrive per noi

TIZIANA CARENA
Tiziana C. Carena, insegnante di Filosofia, Scienze umane, Psicologia generale e Comunicazione, Master di primo livello in Didattica e psicopedagogia degli allievi con disturbi dello spettro autistico, Perfezionamento in Criminalistica medico-legale. È iscritta dal 1993 all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Si occupa di argomenti a carattere sociologico. Ha pubblicato per Mimesis, Aracne, Giuffrè, Hasta Edizioni, Brenner, Accademia dei Lincei, Claudiana.

TIZIANA CARENA

Tiziana C. Carena, insegnante di Filosofia, Scienze umane, Psicologia generale e Comunicazione, Master di primo livello in Didattica e psicopedagogia degli allievi con disturbi dello spettro autistico, Perfezionamento in Criminalistica medico-legale. È iscritta dal 1993 all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Si occupa di argomenti a carattere sociologico. Ha pubblicato per Mimesis, Aracne, Giuffrè, Hasta Edizioni, Brenner, Accademia dei Lincei, Claudiana.

TIZIANA CARENA has 46 posts and counting. See all posts by TIZIANA CARENA

Parliamone ;-)