Il ponte sullo Stretto, dai Romani ai giorni nostri

Se ne parla l’8 novembre a ECOMONDO (Rimini).
Aurelio Angelini, autore del volume Il mitico Ponte sullo Stretto di Messina, partecipa al convegno sull’uscita dall’Antropocene
 
Il ponte sullo stretto di Messina è tornato recentemente alle cronache. L’idea ha una lunga storia, addirittura millenaria, che Aurelio Angelini professore di Sociologia dell’ambiente e del territorio all’Università di Palermo (ma anche, tra molti altri impegni, condirettore della rivista .eco e membro del Comitato scientifico di Culture della sostenibilità) racconta in un avvincente libro in occasione del convegno che si svolge l’8 novembre a Ecomondo, ore 11, sala Camelia.
Il libro (edito da FrancoAngeli) illustra i primi progetti, alcuni anche arditi e fantasiosi, che hanno alimentato il dibattito politico e scientifico nel corso del tempo. Gli studi dei diversi esperti – ingegneri, tecnici, geologi, ma anche economisti e industriali – che si sono interessati al tema dell’individuazione di un “attraversamento stabile tra la Sicilia e il Continente” hanno avuto una eco tale da istituzionalizzare i discorsi su quello che veniva definito il “cavalcamare”.
Aurelio Angelini, che è anche direttore della Fondazione UNESCO Sicilia, vanta tra la sue pubblicazioni: Manuale di ecologia, sostenibilità ed educazione ambientale (con P. Pizzuto), 2007; Il Futuro di Gaia, 2008; Il Piano di gestione UNESCO Isole Eolie, 2008; Linee Guida per l’interpretazione ambientale delle aree protette, 2008; L’uso della biodiversità in Sicilia, 2009; Differenza e Gap di genere, 2009; Nulla si butta, tutto si ricicla, 2009.
 

Si tiene l’8 novembre 2016, dalle 11 alle 13:00, nella Sala Camelia (1° piano, pad. B6) il convegno Oltre l´Antropocene. Il contributo della ricerca alla transizione ecologicaL’occasione è la presentazione del numero monografico 18/2016 di “Culture della sostenibilità” pubblicato dall’Istituto per l´ambiente e l´educazione Scholé Futuro – Rete Weec Italia e dedicato a teorie e pratiche dell’Antropocene. Oltre ad alcuni autori dei saggi contenuti nel numero della rivista scientifica italiana dedicata alla sostenibilità socio ambientale, intervengono alcuni membri del comitato scientifico della rivista che recentemente hanno contributo con i loro studi a fare progredire la riflessione sulla transizione ecologica nel nostro paese.

Parliamone ;-)