La Rete WEEC Italia presenta l’edizione della Summer school 2022

Dopo il successo dell’edizione della Summer school del 2021, in arrivo la Summer school 2022. Si terrà presso il Rifugio Casanova di Badia Prataglia (AR), parco delle Foreste Casentinesi dal 28 al 31 agosto.

Il tema di quest’anno della scuola estiva di alta formazione sull’educazione ambientale sarà dedicato alla costruzione di comunità educanti. Sarà un momento formativo ma anche laboratoriale organizzato dalla Rete WEEC Italia (World environmental education congress).

La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica.

Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.

Tutela l’ambiente, la biodiversità e gli ecosistemi, anche nell’interesse delle future generazioni. La legge dello Stato disciplina i modi e le forme di tutela degli animali.

(Articolo 9 della Costituzione Italiana)

Troviamo l’articolo 9 della Costituzione in prima linea a parlarci dell’importanza della tutela del paesaggio, dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi. Tutelare quindi prevenire e preservare ciò che ci circonda. 

Di fatti, l’ambiente è soggetto a trasformazioni ed evoluzioni già avvenute nel passato e altre sicuramente previste. Trovare il modo giusto per salvaguardare e preservare la nostra “casa comune” è quanto cerca di trasmettere la scuola estiva di alta formazione. Agire subito e in modo convinto e collettivo è la strada più efficace per evitare il decadimento ambientale.

Obiettivi e struttura della scuola estiva

La Summer School 2022 si pone diversi obiettivi, in particolare: condividere le esperienze tra i professionisti del settore dell’educazione ambientale; scoprire e sperimentare metodi e linguaggi per esplorare i territori; acquisire competenze trasversali per promuovere reti educanti nel territorio; individuare criteri e parametri di valutazione dell’esperienza educativa.

La Summer School è caratterizzata da quattro principali momenti formativi:

1. Alimentazioni culturali: nuove conoscenze offerte dai relatori della Rete WEEC con l’obiettivo di costruire riflessioni e confronti.

2. Laboratori: per mezzo dell’esperienza si guidano i partecipanti ad acquisire nuove tecniche e strumenti dell’azione educativa. I laboratori costituiscono la parte più pratica della metodologia della Summer School. I partecipanti, devono collaborare principalmente per:

– progettare insieme potenziali attività e iniziative sulla base di strumenti, risorse e indicazioni forniti;

– sperimentare in prima persona metodologie educative all’avanguardia proposte dai conduttori.

3. Officina delle idee: momento di lavoro e confronto aperto, ha lo scopo di favorire l’apprendimento dei temi emersi nel corso della giornata e di analizzare le esperienze vissute.

4. Studi di caso: visita, confronto e conoscenza delle realtà locali che mettono in pratica ciò che si studia.

Un appuntamento aperto a un ampio arco di partecipanti

L’esperienza di una scuola estiva di alta formazione è frutto dell’impegno di una serie di protagonisti dell’educazione ambientale, con l’aspirazione di condividere le esperienze, imparare metodi e linguaggi per esplorare i territori, acquisire le competenze per promuovere reti educanti nel territorio, individuare criteri e parametri condivisi durante l’esperienza educativa. La Summer School è dedicata agli operatori dell’educazione ambientale e alla sostenibilità (insegnanti, educatori, guide, liberi professionisti, ecc.), al personale delle istituzioni, dell’università e della ricerca, dei parchi del mondo dell’informazione e delle imprese.

Il programma dettagliato e le modalità di partecipazione (in presenza e a distanza) si possono consultare sul sito della Rete WEEC Italia: www.weecnetwork.it

Parliamone ;-)