L’economia delle relazioni

Sabato 25 e domenica 26 settembre a Treviso si terrà la Fiera dele Buone Pratiche in Rete “Quattro passi verso un mondo migliore”, che, giunta alla sua 6° edizione, si riconferma come uno dei punti di riferimento nazionali per i settori della cooperazione, dello sviluppo sostenibile e della tutela dell’ambiente.

Organizzata dalla Cooperativa sociale Pace e Sviluppo di Treviso (la prima organizzazione in Veneto per attività, fatturato e numero di volontari e terza in Italia dopo Milano e Trento nel settore del commercio equo e solidale) con il sostegno e patrocinio della Provincia di Treviso, del Ministero delle Politiche agricole e forestali, della Regione del Veneto e del Comune di Treviso, per il 2010 si concentrerà sul tema “Reti Liberatutti, scopriamo l’economia delle relazioni“.

L’obiettivo è quello di mettere in luce modelli di sostenibilità ambientale e sociale che possono essere adottati da ciascun cittadino, produttore o consumatore che sia: dalla cooperazione a nuove forme di lavoro, dalla filiera corta all’economia di prossimità, dal commercio equo e solidale all’agricoltura biologica, dal volontariato ai gruppi di acquisto solidale, dalle energie rinnovabili alla mobilità sostenibile.

“Nel delineare delle vie d’uscite dalla attuale crisi economica ci piace pensare ad una soluzione che parta dai cittadini: – spiega Alessandro Franceschini, presidente della Cooperativa Pace e Sviluppo ed anche neopresidente di Agices (Assemblea Generale Italiana del Commercio Equo e Solidale) – a fronte di un’economia che viene gestita da pochi poteri finanziari molte persone si stanno riprendendo in mano il proprio ruolo di consumatori e risparmiatori. Che agiscono nel mercato con attenzione e senso di responsabilità. Che scelgono prodotti e servizi rispettosi dei produttori e dell’ambiente. E questi milioni di cittadini si mettono in rete, costruiscono alleanze tra pubblico e privato, danno vita ad iniziative nuove, creano gruppi di acquisto e di opinione. La Fiera Quattro Passi cercherà di stendere queste reti di fronte ai visitatori, per farne comprendere dimensioni e valore.”

Per maggiori informazioni cliaccare qui

9 settembre 2010

Giulia Maringoni

Parliamone ;-)