L’elettricita’ arriverà dal fotovoltaico

Si è conclusa a Roma il 25 febbraio la terza edizione della Conferenza dell’Industria Solare – Italia 2011 (CIS-IT). A questo importante evento sono stati presentati dati, considerazioni e analisi sul fotovoltaico e sul solare termico.
I dati sono stati elaborati per due giorni allo Sheraton Golf Hotel nel dibattito tra i 400 partecipanti provenienti da oltre 20 paesi e i 60 relatori.
E’ stata comunque espressa grande fiducia nel futuro del mercato. Valerio Natalizia, presidente del Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane (GIFI-ANIE), ha comunicato la «road map per una diffusione sostenibile del fotovoltaico in Italia», chiedendo alle istituzioni di «garantire un adeguato supporto all’industria fotovoltaica per assicurare anche una maggiore sicurezza energetica nazionale».
Angelo Nogara
, responsabile di International Affairs, ha fornito i dati del mercato del solare fotovoltaico che vanta «1000 aziende attive nel settore, 15.000 posti di lavoro e 3 GW installati con 3.800 MW di potenza cumulativa per un giro di affari di ben 8 miliardi di Euro».
La previsione di GIFI-ANIE per il 2015 parla di «40.000 posti di lavoro, e almeno 15 GW di potenza installata», con 2 GW di nuovo installato all’anno dal 2013; mentre per il 2011, conferma il nuovo arrivo di 5 GW. Un mercato, quindi, in forte crescita che affronta con successo le sfide della crisi economica globale e le incertezze burocratiche nazionali.
Parole prudenti e concrete arrivano dal Kyoto Club: «Per il fotovoltaico italiano, ora si dovrà agire con intelligenza in modo da evitare contraccolpi e favorire il raggiungimento della grid parity. È possibile ridurre le tariffe incentivanti tenuto conto del calo dei prezzi dei moduli», ha dichiarato Gianni Silvestrini, direttore scientifico dell’organizzazione non profit. E ha aggiunto che «anche per il solare termico servirà a breve un sistema di incentivazione sostenibile».
Grande soddisfazione è stata espressa dalle società di consulenza Ambiente Italia, da Eclareon e dall’organizzatore Solarpraxis per la partecipazione dell’industria che dichiara: «È importante tener presenti le sfide e la veloce trasformazione alle quali è sottoposta l’industria solare, ma prevale, tra tutti quelli presenti anche quest’anno, una prospettiva fiduciosa per il mercato italiano», dice Severine Scala della Solarpraxis, e assicura la prossima edizione della CIS-IT nel febbraio 2012.
In chiusura dell’evento arrivano anticipazioni sul decreto di recepimento della direttiva sulle rinnovabili: lo sviluppo del fotovoltaico e di tutto il settore delle rinnovabili potrebbero essere seriamente compromessi anziché sostenuti ed incentivati. In effetti sembra che il decreto non rispetti le indicazioni europee e che penalizzi definitivamente l’istallazione e l’utilizzazione delle energie rinnovabili in Italia. «Un paradosso» ha dichiarato Riccardo Battisti di Ambiente Italia, co-organizzatore della conferenza «perdere l’ennesimo treno verso la sostenibilità ambientale ed economica».

 

 

 

09/03/2011

eco 3

Profilo di servizio

eco 3 has 140 posts and counting. See all posts by eco 3

Parliamone ;-)