L’Istituto “P. Villari” di Napoli contro la Riforma

L’Istituto superiore statale “P. Villari” di Napoli si fa promotore di un appello, rivolto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, ai Presidenti delle Commissioni Istruzione di Camera e Senato e ai capigruppo parlamentari di Camera e Senato.

L’appello è contro il provvedimento che prevede l’eliminazione del Diritto e dell’Economia dai nuovi licei.

Secondo il corpo docenti dell’istituto, questa decisione, già ipotizzata durante il Ministero Moratti e confermata dall’attuale Ministro Gelmini, è incomprensibile e contradditoria.

La scorsa estate, il Ministro dell’Istruzione ha preannunciato la sua intenzione di introdurre nei licei, in via sperimentale e già da quest’anno scolastico, la nuova disciplina “Cittadinanza e Costituzione”. Secondo quanto stabilito dal Ministro Gelmini, tale disciplina verrà affidata a docenti specializzati in materie non strettamente legate a indirizzi giuridici ed economici e non a docenti con una preparazione specializzata.

Oltre a mostrare una forte contraddizione, continua il professor Franco Labella dell’Istituto “P. Villari”, è anche una scelta non europea, poiché lo studio di discipline giuridiche ed economiche è una costante nei piani di studio delle scuole superiori degli altri Paesi dell’Unione.

In conclusione, ciò che chiede l’Istituto è: se i cambiamenti nella Scuola Secondaria Superiore sono una necessità, essi non possono essere adottati facendo tabula rasa di ogni ipotesi di cambiamento precedente, senza ascoltare le voci degli operatori e di chi fruisce del servizio scolastico.

C.G.

 

 

eco 5

Profilo di servizio

eco 5 has 177 posts and counting. See all posts by eco 5

Parliamone ;-)