“Chi vive in zone inquinate non sceglie l’aria che respira, gli viene imposta”. L’intervento dei Fridays for future al Clean air dialogue

“Non abbiamo più paura di reclamare il nostro futuro”, di fronte all’estinzione di massa e alla più grande emergenza climatica ed ambientale di origine antropica di sempre. I giovani di Fridays For Future Italia hanno parlato prima di tutto il Governo in apertura del summit Italia-UE (Torino, 4 e 5 giugno) sull’inquinamento atmosferico che uccide ogni giorno 219 persone in Italia (come ha ricordato il Ministro dell’ambiente Sergio Costa) e oltre 1.200 un Europa. Pubblichiamo il testo integrale dell’intervento della delegazione di Fridays For Future.

Leggi tutto

Contro l’inquinamento atmosferico anche una svolta culturale e molta formazione

Il protocollo che istituisce un piano d’azione per il miglioramento della qualità dell’aria prevede anche l’informazione ai cittadini. Ma cambiare i comportamenti, coinvolgere, produrre una svolta culturale è stato un punto sottolineato da molti interventi al Clean air dialogue di Torino. L’importanza dell’educazione ambientale e della formazione nelle risposte del ministro dell’Ambiente Sergio Costa alle nostre domande.

Leggi tutto

219: i numeri terribili che contano veramente

Il premier Conte, sei ministri e le Regioni firmano un protocollo per dare il via alla lotta all’inquinamento atmosferico, che in Italia uccide 219 persone al giorno. L’occasione: il “Clean air dialogue” con l’Unione europea. Regista il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che annuncia “una mobilitazione senza precedenti”: per la prima volta si affaccia la possibilità di un piano di largo respiro che chiama in causa Governo, amministrazioni locali, società civile e imprese. Presidio di Fridays for future e Extinction rebellion.

Leggi tutto

Inquinamento atmosferico, salute e i benefici del verde urbano

“Inquinamento atmosferico, salute e i benefici del verde urbano”, convegno promosso da ISDE (Medici per l’Ambiente) di Varese. Venerdì 12

Leggi tutto