Tecnologia rotante per i nuovi schermi solari

Finalmente sono arrivati! Stiamo parlando degli schermi solari “rotanti” che, al bisogno, sono in grado di coprire i nostri cari pannelli solari termici, riparandoli dall’eccessivo surriscaldamento e dai fenomeni metereologi come grandine e neve, che ne potrebbero danneggiare la struttura.

 

Ma vediamoli nel dettaglio.

Il Solar shield, una delle novità curiose della 22esima edizione di Restructura 2009 salone dedicato all’edilizia sostenibile, è stato brevettato dalla gbSerra, azienda che si occupa di energie alternative.

Il Solar shield è stato progettato su misura per i pannelli solari termici sottovuoto, in grado di raggiungere elevate temperature più dei normali pannelli solari. L’idea giusta sta nell’aver associato due grossi problemi, surriscaldamento e danneggiamento da fenomeni atmosferici, che finalmente possono essere risolti in un colpo solo!

Per i non addetti ai lavori, il Solar shield potrebbe essere descritto come un insieme di tante alette che attraverso un sistema rotante, ricoprono all’occorrenza il pannello solare termico, ‘isolandolo’ dal mondo esterno. Lo stesso nome”schermo solare” (solar shield) ne fà intuire il funzionamento.

Questo sistema di schermatura può essere montato direttamente sul posto e programmato in base alle singole esigenze.Nella centralina elettronica integrata, una volta montata, si potranno impostare i parametri di temperatura massima e minima desiderata, i tempi di copertura automatica del pannello, ed il controllo dei sensori atmosferici (vento, pioggia,grandine e neve).

La centralina sarà in grado di gestire fino a quattro pannelli solari contemporaneamente, fornendo anche su display delle immagini relative ai fenomeni atmosferici in corso. Inoltre, la presenza di batterie aggiuntive, ne consente il funzionamento anche in caso di mancanza di energia.

E per i più esigenti, il Solar shield dà la possibilità di incorporare anche un inseguitore solare, particolare meccanismo che consente ai pannelli solari di girarsi in base alla direzione di provenienza del sole, ‘inseguendolo’ nel vero senso della parola, copiando un meccanismo già noto in natura nei girasoli.

Inoltre c’è da dire che la tipologia di pannelli sottovuoto a cui viene applicato il solar shield,è di ultima generazione, e consiste in tubi di vetro, al cui interno si posiziona un elemento assorbitore di calore (solitamente un tubo di rame) e si crea un vuoto per impedire la cessione del calore all’esterno (effetto Thermos) .

Grazie al rendimento elevato in tutti i mesi dell’anno, questa tipologia di pannelli può essere utilizzata anche in luoghi con condizioni climatiche rigide. E come si fà a proteggerli da condizioni climatiche tanto estreme?

Ecco il solar shield, tutto torna no!

Ma chi è la gbSerra?

La gbSerraè un’azienda che si trova nel mercato globale da diverso tempo e si occupa tra l’altro anche di energie alternative. Il suo team è composto da individui che hanno maturato anni di esperienza nei differenti settori da cui provengono, rendendo la gbserra un’azienda ad elevata professionalità.

Una curiosità: sul sito della gbserra è possibile scaricare un video che mostra dal ‘vivo’ il funzionamento del Solar shield!

Per info: GBSERRA
RESTRUCTURA 2009
7 dicembre 2009

 

eco 3

Profilo di servizio

eco 3 has 140 posts and counting. See all posts by eco 3

Parliamone ;-)