Notizie ad energia zero

Gli esempi di sostenibilità ambientale-risparmio energetico si moltiplicano sempre di piu’! Come dimostra la ditta Balocco, tra i maggiori produttori dolciari italiani, che ha deciso di realizzare un grande impianto fotovoltaico in Piemonte grazie ad un accordo con la Silfab, società padovana specializzata nel settore.

Sulle coperture del complesso industriale di Fossano (CN), verranno installati 7.900 moduli fotovoltaici ad alta efficienza,in grado di soddisfare il fabbisogno energetico dell’azienda.

Per gustare dei dolci ancora più buoni, soprattutto con l’ambiente!

Ed anche la Banca Monte dei Paschi ha scelto di diventare più sostenibile, progettando le sue filiali in modo da ridurre i consumi energetici. Dopo un paio d’anni di attività di ricerca e sperimentazione, è nata la prima filiale, recuperata da un ex complesso rurale, il fienile La Vigna, a Castelnuovo Berardenga (Siena). La politica scelta per il recupero è stata sostenibile fino in fondo: hanno scelto di utilizzare come schermatura degli ippocastani, finestrature con elementi in cotto che formano una schermatura frangisole, ed è stata istallata una pompa di calore geotermica per limitare le dispersioni termiche con un risparmio energetico di circa il 30%.

E per illuminare gli ambienti sono stati utilizzati camini captatori di luce solare.

Il risparmio totale, in termini di consumi energetici rispetto ad una filiale tradizionale, è di circa il 40% annuo, che porta di conseguenza ad una diminuzione delle immissioni in atmosfera, di 7mila Kg di anidride carbonica all’anno.

I costi di realizzazione, senza dubbio più elevati, verranno ammortizzati in 4/5 anni, ed il Gruppo BMps ha già in mente di realizzare una filiale ecologica più grande probabilmente a Milano.

Canadian Solar, uno dei principali produttori a livello mondiale di moduli fotovoltaici, ha progettato la prima fattoria solare in Umbria, nel comune di Narni (TR). L’impianto da 1MW, è stato battezzato “SOLARTA”: produrrà energia pulita con una riduzione delle emissioni di CO2 pari a 16.000 tonnellate.

Secondo il progetto, realizzato da GE Progetti 3i, partner di Canadian Solar, la fattoria occuperà un’area rurale di due ettari e non verrà assolutamente utilizzato  cemento armato per una migliore compatibilità ambientale. L’energia prodotta dall’impianto solare sarà immessa direttamente in rete.

E dall’estero..

Ad Haryana, nell’India settentrionale, sono stati introdotti nelle scuole dei kit solari per educare i giovani sul mondo del fotovoltaico e delle energie rinnovabili. Così 2000 scuole superiori hanno avuto in dotazione questi kit, con una spesa di circa 140.600 euro, coperta per metà dallo Stato.

Nel kit di educazione solare, ogni giovane studente troverà un mini ventilatore, lampade a LED, una radio solare, una macchina solare giocattolo, un citofono, luci di segnalazione del traffico, una pompa solare, un rilevatore di insolazione, un termometro, moduli solari e celle di visualizzazione della corrente.

Sumita Misra, il direttore del dipartimento di energia rinnovabile, ha dichiarato: “Questi kit di studio potrebbero essere utilizzati nei laboratori scientifici per educare gli studenti sulla tecnologia solare fotovoltaica e sugli effetti reali attraverso modelli di mini ventilatori, radio solari e auto giocattolo solari”.

Complimenti all’India!

20 giugno 2010

 

eco 3

Profilo di servizio

eco 3 has 140 posts and counting. See all posts by eco 3

Parliamone ;-)