Skip to main content

L’eco che verrà

| Redazione

Tempo di lettura: 2 minuti

L’eco che verrà
Eco si rilancia. Abbonati e partecipa alla progettazione del principale strumento non profit di confronto fra tutti gli attori dell’educazione ambientale in Italia, fondato nel 1989
 
di Mario Salomone*
 
Una rivista, quasi trent’anni di pubblicazioni. E la volontà di guardare avanti. “Eco”, la storica testata dell’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro Onlus, entra nel 2017 con un progetto nuovo: quello di rilanciare e approfondire le ragioni della sostenibilità nei diversi contesti educativi, dalla scuola al mondo delle aree protette, dalle diverse agenzie culturali e di formazione disseminate sul territorio agli atenei universitari che interpretano la transizione ecologica come la sfida fondamentale del nostro secolo. È un passo importante quello che ci aspetta: riportare in distribuzione da marzo anche su carta (e non solo tablet come ora) il nostro periodico che dal 1989 rappresenta il principale strumento non profit di confronto fra tutti gli attori dell’educazione ambientale in Italia.
 
AAA, contributi intellettuali cercasi
 
Ma come cogliere insieme quest’opportunità?
Abbiamo bisogno della fiducia e del contributo intellettuale di tutti gli interlocutori che nel tempo abbiamo incontrato sul nostro cammino e di tutti coloro che condividono l’urgenza di educare al cambiamento. Per questo vi chiediamo di rinnovare l’abbonamento o di abbonarvi subito alla nuova serie di “eco” al prezzo facilitato di 15 euro (valido fino al 28 febbraio) seguendo le modalità indicate a questo link.
 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
".eco", rivista fondata nel 1989, è la voce storica non profit dell'educazione ambientale italiana. Intorno ad essa via via si è formata una costellazione di attività e strumenti per costruire e diffondere cultura ecologica e sostenibilità.