Segnali incoraggianti per l’ambiente

Mattarella e Galletti per la Giornata della donna, la legge sui reati ambientali, la trasmissione di Luca Mercalli e altro ancora

di Mario Salomone

 

A distanza di pochi giorni, avvenimenti diversi tra loro hanno dato un importante segnale di novità nell’attenzione italiana per i temi ambientali.

Al Quirinale, il 7 marzo, la Giornata della donna è stata celebrata con la premiazione del concorso “Donne per la Terra”. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo discorso ha ricordato i limiti che l’azione umana deve trovare nel rispetto dell’ambiente e il ministro Galletti ha citato, tra l’altro, Vandana Shiva e gli OGM: “Esiste”, ha detto il ministro dell’Ambiente, “una cultura specifica femminile che ha portato alla ribalta internazionale temi come gli effetti della perdita di biodiversità, la diminuzione dei territori coltivabili a causa del surriscaldamento globale, gli effetti delle coltivazioni OGM. Personalità come l’indiana Vandana Shiva, donna e scienziata, hanno dato un contributo decisivo alle conoscenze su questi temi e indicato buone pratiche, avviato esperienze pilota su un modo diverso di rapportarsi alla terra, rispettandola e valorizzando le risorse specifiche dei territori.”

 

Molte donne sono state premiate per la sensibilizzazione e l’innovazione in campo ambientale, tra cui il progetto “Libera scuola di cucina” promossa dalla Casa Circondariale di San Vittore (Milano), “per l’attivo coinvolgimento della comunità locale, per la creazione di uno spazio formativo permanente, per l’acquisizione di professionalità spendibili nella fase post detentiva”.

L’ambiente al centro dei riflettori della istituzioni dello Stato, insomma, che segue l’approvazione definitiva da parte della Camera dei Deputati della fondamentale legge sui reati ambientali, attesa da anni.

Sabato scorso, poi, su RAI 3 è iniziato il ciclo di trasmissioni condotte da Luca Mercalli (“Scala Mercalli”) che portano i temi ambientali in prima serata.

Sembra dunque che finalmente l’impegno per l’ambiente e per l’educazione ambientale (su cui sono immnenti nuove linee guida di MIUR e MATTM) possa conoscere una nuova stagione, sia nei contesti fomali come la scuola, sia in quelli non formali e informali della società civile e dei mass media.

 

Guarda il video dell’intervento del presidente della Repubblica su donne e ambiente

 

 

Parliamone ;-)