“Food bag” per educare alla riduzione degli sprechi alimentari

Elisa Martino, vicesindaca del comune di Grugliasco (TO), accompagnata dalla simpatica mascotte Grulio, si è dedicata personalmente alla distribuzione delle “food bag” ai bambini delle scuole coinvolte nel progetto GINO, mirato a sensibilizzare su riduzione degli sprechi alimentari. L’iniziativa coinvolge attivamente studenti, insegnanti e famiglie, promuovendo una cultura del rispetto per il cibo e l’ambiente.

(20 dicembre 2023) Elisa Martino, vicesindaco del comune di Grugliasco, accompagnata dalla simpatica mascotte Grulio, ha visitato le scuole coinvolte nel progetto  “GINO GIochiamo a NOn sprecare!” per mettere in luce l’importanza della lotta contro gli sprechi elementari.

Il progetto GINO, cofinanziato dalla Fondazione Compagnia di San Paolo e realizzato dall’Istituto per l’ambiente e l’educazione Scholé futuro – Rete WEEC in collaborazione con il Comune di Grugliasco, il CNR e le aziende alimentari locali (CAMST e LADISA), mira a sensibilizzare studenti, insegnanti e famiglie sull’importanza di ridurre gli sprechi alimentari nelle mense scolastiche. La vicesindaca si è dedicata personalmente alla distribuzione delle “food bag” ai bambini.

La food bag, simbolo tangibile di questa iniziativa, offre quotidianamente ai bambini la possibilità di portare a casa e consumare gli avanzi della mensa scolastica, tra cui pane, yogurt e grissini.

L’obiettivo è coinvolgere direttamente i bambini in questo processo di cambiamento, educandoli fin da piccoli sull’importanza del rispetto per il cibo e sulla possibilità di ridurre gli sprechi in modo pratico ed efficace. Anche le famiglie sono invitate a partecipare, facendo dell’utilizzo della food bag un’abitudine quotidiana.

Un passo verso la cultura del rispetto per il cibo e l’ambiente

La vicesindaco ha sottolineato l’importanza di educare le nuove generazioni a comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente e della società, affermando: “Il rispetto per il cibo è fondamentale per costruire un futuro sostenibile.”

All’incontro era presente anche il sindaco, Emanuele Gaito, che ha evidenziato l’impegno del comune in altri progetti legati alla sensibilizzazione ambientale, come la raccolta differenziata.

Affinché il progetto funzioni, è necessario l’aiuto di tutti, a cominciare dalle maestre che stanno seguendo l’iniziativa. Si spera che la sensibilizzazione sugli sprechi alimentari si diffonda anche nelle famiglie, creando una cultura del rispetto per il cibo e per l’ambiente.

Il progetto GINO non rappresenta solo un impegno verso la sostenibilità ambientale, ma anche un’opportunità per insegnare ai bambini valori importanti come la responsabilità.

Il cambiamento parte dalle azioni quotidiane, e iniziative come queste contribuiscono a plasmare un futuro più consapevole e sostenibile per la comunità di Grugliasco.

Scopri di più sul progetto GINO:

GINO: istituzioni, aziende e comunità unite nella lotta contro lo spreco alimentare.

“GINO GIochiamo a NOn sprecare!” coinvolge ad sette scuole primarie e sette scuole dell’infanzia in un ricco programma di iniziative e attività. È il primo passo per sperimentare un’azione che può diventare sistematica.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione

".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione has 1770 posts and counting. See all posts by Redazione

Parliamone ;-)