Si è aperta la campagna nazionale di educazione alla sostenibilità

Lunedì 20 novembre, nella Sala del Primaticcio di Palazzo Firenze a una conferenza stampa ha presentato la campagna nazionale 2017/2018: “Cambiamenti climatici e migrazioni”.
La campagna, che si apre con una settimana di iniziative di cui l’incontro romano ha rappresentato il momento centrale, è indetta dal CNES (Comitato Nazionale per l’Educazione alla Sostenibilità – Agenda 2030) della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.
Introdotta dal presidente onorario della CNI UNESCO, Gianni Puglisi, e dal Segretario Generale della CNI UNESCO, il Ministro Enrico Vicenti, ha visto l’illustrazione degli aspetti fondamentali del tema della campagna nazionale da parte dei copresidenti CNES Aurelio Angelini, Gianni Mattioli e Massimo Scalia, della Presidenza del Comitato Scientifico del CNES-Agenda 2030.
L’evento è stato trasmesso in diretta a cura della rete WEEC sulla pagina Facebook WEEC Italia-Educazione sostenibile, raggiungendo in breve tempo centinaia di visualizzazioni.
diretta_video_CNES
I relatori
La parola è poi passata ai relatori della giornata.
Sono intervenuti Ugo Melchionda, Presidente del Centro Ricerche IDOS; Vanessa Pallucchi, Responsabile Nazionale Scuola e Formazione di Legambiente, Marialuisa Saviano, Presidente dell’Italian Association for Sustainability Science (IASS) e Giulio Lo Iacono dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS).
L’Agenda 2030: “The Sustainable Development Goals”, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel settembre 2015, prevede tra i 17 obiettivi proposti quello specifico, il n.4., dedicato all’educazione formale e non formale per la realizzazione dello sviluppo sostenibile. È un compito che a livello mondiale riguarda direttamente, tra le Agenzie delle Nazioni Unite, l’UNESCO, che demanda alle varie strutture nazionali l’attuazione dell’obiettivo 4.
La Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO si è quindi dotata del Comitato Nazionale per l’Educazione alla Sostenibilità (CNES) – Agenda 2030 per garantire il massimo di partecipazione e di coinvolgimento sociale e culturale alla realizzazione dell’obiettivo n.4, in un contesto di interdisciplinarità, transdisciplinarità e scientificità delle conoscenze.
 
Il tema di quest’anno
Il CNES ha scelto per l’anno in corso il tema “Cambiamenti climatici e migrazioni”, in quanto incrocio di problemi dagli aspetti spesso drammatici e di grandissima rilevanza sociale, economica e culturale. Con la conferenza stampa parte dunque la campagna nazionale che, a partire dalla consueta “Settimana evento” (20 – 26 novembre), si rivolge alle scuole, alle associazioni dell’ambiente e a quelle dei migranti, ai luoghi di lavoro, alle organizzazioni sindacali dei lavoratori e padronali, a Istituzioni e Enti, a gruppi di cittadini e singole persone perché promuovano per tutto il corso del 2017/2018 informazione, iniziative e mobilitazione su quel tema; per trasformare l’educazione in pratica concreta.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione

".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione has 1781 posts and counting. See all posts by Redazione

Parliamone ;-)