La nuova strategia dell’UE sulla biodiversità

Il Convegno “La Rete Natura 2000 (SIC e ZPS) fondamento della nuova strategia dell’UE sulla biodiversità fino al 2020“, che si svolgerà a Caltagirone il 26 settembre 2011 alle ore 15:00, evidenzia l’importanza dell’Unione Europea per contrastare la perdita di Biodiversità. La nuova strategia UE per conservare la biodiversità vuole ridurre entro il 2020 gli elevati tassi di estinzione delle specie, ripristinare il più possibile gli ecosistemi naturali e contrastare con maggiore efficacia un problema mondiale.
La biodiversità, ossia l’ampia varietà di ecosistemi, specie e geni, è minacciata in tutto il mondo. I tassi di estinzione delle specie sono estremamente elevati, fra 100 e 1000 volte superiori a quelli naturali.
Nell’Unione Europea, soltanto il 17% delle specie e l’11% degli ecosistemi protetti sono in buone condizioni, mentre gli altri sono esposti a continue pressioni, soprattutto a causa delle attività umane, o sono in pericolo. Per esempio, un quarto delle specie animali, fra cui la foca monaca del Mediterraneo, la lince iberica e la rana di Rodi, sono a rischio di estinzione.
La perdita di biodiversità è un problema enorme che danneggia i sistemi naturali da cui dipendono le nostre società ed economie. Oltre ai cambiamenti climatici, è questa la sfida ambientale più grave per il pianeta.

Un nuovo approccio

L’approccio europeo adottato  negli ultimi dieci anni per contrastare la perdita di biodiversità è stato troppo ampio e non abbastanza efficace, e non ha permesso di realizzare l’obiettivo comune di arginare ulteriori perdite. La nuova strategia, con scadenza al 2020, si concentra in particolare su sei obiettivi prioritari: l’attuazione della normativa europea sulla protezione degli uccelli e degli habitat, la conservazione degli ecosistemi, il ripristino di almeno il 15% delle aree danneggiate, il coinvolgimento del settore agricolo e forestale per migliorare la biodiversità, il mantenimento di uno sfruttamento ittico sostenibile e l’intensificazione dell’azione dell’UE per scongiurare la perdita di biodiversità a livello mondiale.
La strategia risponde agli impegni internazionali assunti dall’UE nel quadro della convenzione dell’ONU sulla biodiversità ecologica, che stabiliscono anche obiettivi globali per il 2020.
Inoltre, contribuisce a realizzare gli obiettivi dell’iniziativa dell’UE per un’Europa efficiente sotto il profilo delle risorse  .
Grazie alla collaborazione a livello dell’UE, i governi potranno coordinarsi per affrontare questo problema comune. La strategia si baserà sulla rete Natura 2000, costituita da 25 000 aree naturali protette che coprono il 18% del territorio europeo.
21 settembre 2011

 

eco 4

Profilo di servizio

eco 4 has 157 posts and counting. See all posts by eco 4

Parliamone ;-)