La natura non condona. Soffriamo della sindrome di Phileas Fogg

L’economia mondiale sta bruciando le residue risorse della biosfera, di biocapacità e di risorse non rinnovabili, per tenere in piedi un sistema basato sulla produzione e il consumo di massa e sullo sfruttamento incontrollato della natura e del lavoro umano. Incendi, consumo di suolo, via libera ai combustili fossili e in generale a una crescita insostenibile e incontrollata sono aspetti di una “sindrome di Phileas Fogg”: sfruttiamo tutto il possibile, come il protagonista de “Il giro del mondo in 80 giorni” di Verne fece bruciare ogni cosa sul piroscafo che lo riportava in Inghilterra, pur di arrivare e vincere la sua scommessa. Ma la natura non condona e non perdona

Leggi tutto

Le Aree protette marine (AMP), sorelle minori dell’ambiente

Se ne parla poco, sono le aree marine protette, 29 in Italia tra nazionali e di istituzione regionale, oltre al Santuario internazionale dei Cetacei tra Liguria, Sardegna Toscana e Costa Azzurra. Non teniamo in dovuta considerazione le nostre coste e gli ambienti marini, vedasi anche la tradizionale descrizione geografica della superficie nazionale che fornisce il dato di 301.000 kmq escludendo gli oltre 143.000 kmq di acque territoriali. Praticamente un’altra mezza Italia sommersa. Buona nuotata nella natura d’acqua d’Italia, gioiello di territorio non meno fondamentale per la biodiversità e non meno interessante degli altri

Leggi tutto

Cowboy o astronauti? Praterie sconfinate o una piccola navicella spaziale? Kenneth Boulding, padre dell’economia ambientale

L’ecologia studia i rapporti tra tutti gli esseri e il loro ambiente, da un piccolo stagno all’intero pianeta Terra. Kenneth Boulding (un quacchero, seguace di una “chiesa” basata sull’austerità, sulla nonviolenza, sul rifiuto delle armi e della guerra) introdusse l’ecologia nella economia. Dobbiamo comportarci con l’attenzione dell’astronauta, diceva, perché, in fondo, la Terra non è che una piccola navicella spaziale nello spazio. dell’Universo. A distanza di tanti anni, la navicella Terra è sempre più sgangherata e impoverita

Leggi tutto

Merci e natura: non è il denaro, ma la materia alla base dell’economia

Il PIL non misura veramente cosa accade in concreto. Il denaro che attraversa un’economia è solo una frazione del reale benessere di un popolo. Nulla sfugge, invece, a una contabilità che misuri della massa dei materiali che “attraversano” un’economia: non ammette evasioni, o frodi. È il PIML, il “prodotto interno materiale lordo”

Leggi tutto

Biodiversità, il cervo sardo torna in Ogliastra

Grazie al progetto “One deer, two islands” l’ungulato espande il proprio areale. Sessantanove esemplari introdotti nella regione occidentale della Sardegna, altri 15 in Corsica 

Leggi tutto

L’Iucn: un quinto delle felci a rischio in Europa

Il nuovo rapporto dell’“Unione Internazionale per la conservazione della natura” lancia l’allarme estinzione circa le 194 specie continentali risalenti a 400 milioni di anni fa. Fra le cause l’inquinamento e l’espansione delle infrastrutture. Nella “lista rossa” anche l’isoetes, una pianta diffusa in Piemonte e Lombardia

Leggi tutto

Poesia, natura e tecnologia

 Caffè filosofico N. 3 – Arte ed estetica in Marx

Continua la rubrica di Tiziana Carena dedicata alla filosofia, con un occhio particolare all’idea di natura, al principio di responsabilità e in genere a quanto nella filosofia ci può essere di aiuto nel (difficile) cammino verso la sostenibilità. La prima puntata è stata dedicata a Fichte e al “soggetto trascendentale” o “spirito” come principio assoluto della realtà. La seconda al romanticismo tedesco.

Questa terza riflessione introduce alle letture dei classici. Assaporiamone il gusto, l’atmosfera: l’ambiente sociale stimola le forme della fantasia artistica e l’arte è inevitabilmente legata all’ambiente sociale; difficile, dunque, determinare la priorità dell’arte o dell’ambiente sociale, posto che l’arte antica riesce ad attrarre noi che apparteniamo a un contesto sociale del tutto diverso. O, ancora, sarebbe surreale pensare che la scapigliatura milanese o i “poeti maledetti” fossero solo influenzati dal loro ambiente sociale (Baudelaire, senza Parigi, non sarebbe un poeta maledetto)……

«Che ne è di Vulcano di fronte a Roberts &Co., di Giove di fronte ai parafulmini, e di Ermes di fronte al Crédit Mobilier?

Leggi tutto

Tempesta tedesca, ma di sentimenti

Caffè filosofico N. 2 – Ripensiamo al romanticismo tedesco 

Continua la rubrica di Tiziana Carena dedicata alla filosofia, con un occhio particolare all’idea di natura, al principio di responsabilità e in genere a quanto nella filosofia ci può essere di aiuto nel (difficile) cammino verso la sostenibilità. La prima puntata è stata dedicata a Fichte e al “soggetto trascendentale” o “spirito” come principio assoluto della realtà

 
Leggi tutto

Dove va l’educazione ambientale? Ne parliamo ad Anghiari

10 e 11 aprile, due giornate di studio nello splendido borgo toscano. Gratis la partecipazione per i membri della rete

Leggi tutto

Vandana Shiva, semi liberi, OGM

Lunedì 9 marzo, alle 17,30, alla Casa dell’ambiente di Torino (corso Moncalieri, 18), Elena Camino, Gruppo ASSEFA Torino, Pierre Monkam,

Leggi tutto

Tutti alla Scala (Mercalli)

Sabato 28 febbraio in prima serata su RAI 3 (alle 21,30, dopo Che tempo che fa di Fabio Fazio) inizia

Leggi tutto

Piccoli umani di fronte alla grandiosa natura

A dispetto della fatica e degli imprevisti lungo la strada, Wild di Jean-Marc Vallée (presentato al TFF 2014) suscita una gran voglia di mettersi in cammino. Di buttare dentro lo zaino l’essenziale e di voltare le spalle al passato, guardando solo in avanti.

Leggi tutto

Il fantastico e complesso mondo vegetale

La mente delle piante è nascosta nelle radici. La flora si comporta in modo complesso e potrebbe diventare un modello

Leggi tutto

La pazienza del giardiniere

Paolo Pejrone
La pazienza del giardiniere
Storie di ordinari disordini e variopinte strategie

Einaudi, 2009, 16 euro

Leggi tutto