Turismo sostenibile, dalla scuola al lavoro

In aumento rispetto allo scorso anno, Job&Orienta (il grande salone nazionale dell’orientamento scuola-lavoro-professioni) ha registrato be 75.000 visitatori. L’edizione di Job&Orienta 2017 ha visto anche la presenza con un suo stand di .eco, rivista di riferimento dell’educazione ambientale italiana e voce delle Rete WEEC Italia.
Consentire un più vasto scambio di esperienze degli interessanti progetti in corso e avviare nuove iniziative in ogni scuola, realizzazione di un osservatorio del turismo scolastico “sostenibile”: queste le prime proposte emerse durante il seminario tenutosi al salone di Verona il 1 dicembre, promosso da .eco (rappresentato da Vincenzo Conese) e dal CTG. La sala pien ha confermato l’interesse dell’iniziativa che nei prossimi mesi vedrà appuntamenti anche in altre città.
 
L’anno internazionale, l’Agenda 2030 e il ruolo delle organizzazioni sociali
La scuola italiana può assumere il ruolo di testimone e continuatore del recente anno speciale dedicato dalle Nazioni Unite al tema della sostenibilità per il futuro sviluppo delle attività turistiche nell’ambito dell’agenda 2030. 
In particolare è emerso il ruolo importante del lavoro portato avanti dalle organizzazioni sociali che ispirano la propria azione ai principi del turismo responsabile e che da anni svolgono un ruolo di promozione del turismo sociale.
Proprio collaborando con queste organizzazioni possono essere sviluppate nuove iniziative e dare risposta alle recenti esigenze di offrire concrete opportunità a centinaia di giovani che possono svolgere i loro progetti di alternanza scuola lavoro dedicandosi ad attività che assumono il tema della sostenibilità come ispiratore della propria azione.
Molto interessanti sono stati i riferimenti ad esperienze consolidate condotte da organizzazioni non-profit che da anni realizzano programmi di tutela ambientale, valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale e animazione sociale. I campi di volontariato, gli scambi culturali, i gemellaggi di comunità e i viaggi di conoscenza sono tutte esperienze a cui ci si può rifare per dare concreto sviluppo a nuove iniziative.

Parliamone ;-)