Un anno di impegno civico per l’ambiente. Il bando del Servizio Civile 2022

Hai tra i 18 e i 28 anni? Ti stanno a cuore le questioni ambientali e della sostenibilità? Sei interessato/a a intraprendere una prima esperienza lavorativa in questo ambito o sviluppare e migliorare le tue competenze e conoscenze? Hai tempo fino alle ore 14 del 10 febbraio 2023 per candidarti al nostro progetto Comunità Glocale e svolgere un anno come volontario/a del Servizio Civile presso il nostro istituto. Ci sono sei posti disponibili.

L’ONLUS Istituto per l’Ambiente e l’Educazione Scholé Futuro – Rete WEEC dal 1982 si occupa di attività di tutela ed educazione ambientale, attraverso azioni di divulgazione, networking, promozione culturale, ricerca, progettazione, formazione e consulenza. La sua sede nazionale si trova a Torino in corso Moncalieri 18, sul fiume Po’.

La pagina Facebook dell’Istituto

Ogni anno il nostro istituto si candida al bando del Servizio Civile Universale, quest’anno con il progetto Comunità Glocale al fine di reclutare giovani volontari appassionati e interessati ad approfondire le tematiche ambientali, climatiche e della sostenibilità.

Il progetto prevede 6 posti, di cui 2 posti riservati a giovani con difficoltà economiche.

Per sapere come funziona il servizio civile visita la pagina informativa del Comune di Torino. Per candidarsi attraverso la piattaforma Domanda online (Dol) è necessario avere lo SPID e hai tempo fino alle ore 14 del 10 febbraio 2023.

La nostra missione è quella di costruire una cultura della sostenibilità, promuovendo attività volte alla tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale e culturale, supportando e coordinando reti di educazione ambientale in Italia e all’estero, condividendo esperienze e attuando progetti. La nostra attività si sviluppa su tre livelli: locale, nazionale e internazionale.

1. Locale, con la Casa dell’Ambiente, la sede fisica del nostro istituto. Polo di cultura ambientale e della sostenibilità al servizio della popolazione della Circoscrizione 8 e dell’intera città di Torino, nasce come laboratorio della comunità dell’ambiente urbano, inscrivendosi nel percorso delle Case del quartiere, già presenti sul territorio torinese. Lo spazio ospita incontri, dibattiti, corsi, mostre, per sviluppare reti e sinergie su ambiente e sostenibilità, proponendosi come punto strategico di condivisione delle buone pratiche ambientali legate al territorio.

La sede di Casa dell’Ambiente presso Corso Moncalieri 18, a Torino

 

 

Segui la nostra pagina su Facebook, dove pubblichiamo i nostri eventi, articoli e progetti!

 

2. Nazionale, con la rivista “.eco”, voce storica dell’educazione ambientale italiana e la RETE WEEC – World Environmental Education Congress – ITALIA. Nata nel 2013, la rete si è sviluppata grazie alla volontà di professionisti dell’educazione alla sostenibilità di formare un network per scambiare conoscenze teoriche e pratiche, coadiuvare progetti, creare sinergie e sostenersi nell’azione educativa. WEEC Italia coordina e collabora con associazioni, enti pubblici e privati, centri di educazione ambientale, aree marine protette; collabora con la rivista .eco; organizza incontri ed eventi nazionali e corsi di alta formazione, cercando sempre il dialogo con le istituzioni e gli stakeholder coinvolti e diventando ad oggi un punto di riferimento per gli attori del settore.

Ogni anno organizziamo una Summer School estiva, e l’edizione del 2022 si è tenuta in Toscana, presso la località di Badia Prataglia, all’interno delle foreste Casentinesi, dove docenti e discenti si sono incontrati per discutere di educazione ambientale attraverso momenti di lezione frontale, laboratori, tavole rotonde ed escursioni.

 

WEEC Italia è anche su Facebook e Instagram

3. Internazionale, con la RETE WEEC – World Environmental Education Congress – di cui l’istituto Scholé è Segretariato permanente. Il WEEC è un network che dal 2003 organizza Congressi mondiali a tema ambientale ed è arrivato alla sua XII edizione. Collabora in accordo con l’ONU e le sue agenzie e con organizzazioni educative, di ricerca, culturali e scientifiche come Unep, Unesco, Unece, Un-Csd Education Caucus, Regional Centres of Expertise. Il prossimo Congresso si terrà nel 2024 ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti.

Siamo presenti anche sui canali social Facebook e Instagram

L’Istituto costruisce cultura ambientale e mette in rete tra loro scuole, università, parchi e educatori di tutti i settori, oltre che con i congressi mondiali, i seminari e i corsi online, anche con tre riviste specializzate nell’educazione ambientale e nella ricerca scientifica:

Alcuni numeri delle nostre riviste
  • .eco, trimestrale di riferimento per l’educazione ambientale, presente anche in versione online e social (Instagram);
  • il Pianeta azzurro, progetto di comunicazione ed educazione ambientale sui temi dell’idrobiologia, presente in versione cartacea, online e social (Instagram e Facebook) e con i fascicoli monografici della Collana del faro, dedicata alla tutela dell’ambiente e al rispetto della natura, con un’attenzione particolare al mondo dell’acqua;
  • Culture della sostenibilità, semestrale scientifico sulla riflessione e la ricerca multidisciplinare sul rapporto dell’umanità con l’ambiente;
  • Effetto farfalla, saggi dedicati ad approfondire tematiche sociali, culturali, economiche legate alla sfida della sostenibilità, attraverso un approccio eco-sistemico.

Intervista ai volontari del servizio civile dell’anno 2022-2023

Le volontarie del servizio civile 2022-2023 dopo il primo appuntamento del ciclo di incontri Ambiente per tutt*

Perché hai scelto di candidarti a questo progetto?

Antonella (28 anni): Volevo essere partecipe in una realtà attiva sul territorio torinese e avere l’occasione di poter trasmettere le mie passioni attraverso eventi, articoli e progettualità sulla tematica dell’ambiente e della sostenibilità.

Simona (28 anni): Mi sembrava una buona opportunità per un iniziale inserimento nel mondo del lavoro – anche dato il mio percorso di studi internazionali – e per conoscere persone e realtà differenti dal proprio cerchio.

Ginevra (29 anni): Per lavorare localmente sul territorio della città di Torino a iniziative ambientali e ampliare la propria rete con enti che promuovono la divulgazione sostenibile. Mettermi in gioco in diverse mansioni di cui non sono professionalmente preparata ma che sto imparando.

Michela (26 anni): Ho studiato comunicazione delle scienze naturali e vorrei lavorare nell’ambito della divulgazione scientifica, per cui questa esperienza mi è sembrata un buon punto di partenza.

Su cosa stai lavorando presso l’istituto?

Antonella: Sto lavorando nell’ideazione, organizzazione e realizzazione del ciclo di eventi Ambiente per tutt* – i Mercoledì in Casa dell’Ambiente. Collaboro scrivendo articoli per .eco e Il Pianeta Azzurro e gestisco i canali social.

Simona: Mi occupo della parte gestionale degli eventi che si strutturano presso la nostra sede Casa dell’Ambiente. Sto lavorando sul convegno nazionale Forest Factor che si terrà a Roma. Mi occupo di comunicazione cool pubblico.

Ginevra: Ciclo di eventi Casa dell’Ambiente, organizzazione eventi, gestione progetto Staffetta per la biodiversità (gestione canali social, tenere relazione e coordinare reti sociali).

Michela: Faccio parte della redazione della rivista “.eco”, mi occupo di comunicazione e gestisco i social.

Qual è stato il tuo momento preferito di questa esperienza fino ad ora?

Il numero di settembre di .eco e i volantini della campagna abbonamenti 2023

Antonella: Quando ho organizzato e moderato il primo appuntamento del ciclo di eventi Ambiente per tutt* presso il Politecnico di Torino, con partnership accademiche e non.

Simona: I momenti di incontro post-evento in cui discutiamo e facciamo rete.

Ginevra: I meeting tra colleghi, ci divertiamo e mi sento motivata.

Michela: Creare la campagna abbonamenti 2023 per la rivista “.eco”, dove abbiamo unito musica e ambiente per creare locandine e volantini.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione

".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione has 1767 posts and counting. See all posts by Redazione

Parliamone ;-)