Libri contro l’odio e la violenza

Al Salone del libro di Torino, in programma dal 19 al 23 maggio al Lingotto fiere, presente anche Mimesis Edizioni. Con testi che invitano i lettori a riflettere sui grandi temi dei nostri tempi.

Leggi tutto

Noi non ci arruoliamo. Voci contro la guerra

La società civile si sta mobilitando con tutti i mezzi per creare un tessuto sociale consapevole dei rischi che tutti noi stiamo attraversando. Su Contropiano uno dei tanti incontri online che stanno lavorando in tal senso per costruire la pace. Resoconto di un dibattito.

Leggi tutto

Le mille voci del pacifismo e della nonviolenza a sostegno della proposta della “tregua pasquale” promossa da papa Francesco

Da Giancarla Codrignani a Antonella Litta, Alessandro Marescotti, Antonia Sani, Peppe Sini, Mao Valpiana e Padre Alex Zanotelli: le mille voci del pacifismo e della nonviolenza a sostegno della proposta della “tregua pasquale” promossa da papa Francesco.

Leggi tutto

Il maestro Bimbisvegli

Un maestro per fare scuola dal basso che fa rima con pace e nonviolenza. Intervista a Giampiero Monaca (maestro attivista che si ispira a Montessori, Don Milani, Freinet, Freire e molti altri illustri pedagogisti della storia dell’educazione) con il progetto @Bimbisvegli (motto: I bimbi che pensano in grande) a Serravalle d’Asti.

Leggi tutto

Daughter of Mother Earth: una canzone per gli attivisti

Nonostante i vari ostacoli, gli attivisti per l’ambiente continuano a lottare. Daughter of Mother Earth è una canzone dedicata a loro.

Leggi tutto

Un trattato bandisce le armi nucleari, ma la corsa alla bomba continua

Un webinar di PeaceLink con il professor Antonino Drago ha fatto una panoramica a 360 gradi sui maggiori trattati mondiali inerenti le politiche in materia di armamenti nucleari. Laura Tussi ha tenuto una relazione con al centro il trattato ONU che proibisce le armi nucleari, entrato in vigore il 22 gennaio 2021 al termine dei 90 giorni previsti dopo la 50esima ratifica.

Leggi tutto

Nobel e intellettuali partigiani della pace, ieri e oggi

Un appello di oltre 50 premi Nobel e diversi presidenti di accademie della scienza nazionali per la riduzione della spesa militare che, a livello globale, è quasi raddoppiata dal 2000 ad oggi, arrivando a sfiorare i duemila miliardi di dollari statunitensi l’anno. E l’Union of Concerned Scientist ha consegnato a Biden un appello a fermare la corsa alla guerra atomica. Si riallacciano così a una lunga tradizione di impegno di artisti e intellettuali impegnati nel movimento per la pace che nel secondo dopoguerra divenne un importante soggetto politico. Alcuni dei fondatori di questo movimento furono Picasso, Einstein, Matisse, Neruda e tra gli italiani Nenni, Vittorini, Guttuso, Quasimodo, Ginzburg, Einaudi e molti altri.

Leggi tutto

Europa, il diritto negato alla pace e al disarmo

In Italia e Germania: bombe nucleari B61-12 Nato nelle basi militari di Ghedi, Aviano e Buchel. Verso un coordinamento antinucleare europeo. L’obiettivo è di inserire la valutazione delle attività militari e belliche – e quindi il disarmo come soluzione al grave inquinamento da esse prodotte – negli accordi di Parigi sul clima. Perché pace e ambente sono strettamente legati.

Leggi tutto

Le donne contro la guerra

Nel secondo dopoguerra si rafforza un impegno contro la guerra sempre più rilevante e capillare. Il fascismo aveva educato le donne a fare i figli per la guerra; invece, le donne i figli devono farli per la pace e per un mondo migliore. La pace era una condizione per costruire il paese, ma anche per le donne, per poter avere un ruolo diverso in una società diversa.

Leggi tutto

Angelo Gaccione: il disarmo con Cassola e padre Turoldo

Intervista allo scrittore Angelo Gaccione, che da più di 50 anni si batte per il disarmo, la pace e la nonviolenza (è stato tra i fondatori della LDU – Lega Disarmo Unilaterale con Carlo Cassola). Come scrittore continua a occuparsene attraverso giornali, riviste, incontri pubblici.

Leggi tutto

Con il regime fascista il pacifismo doveva sparire

Il fascismo non nascose mai la sua natura e il suo volto bellicista. Mussolini, guerrafondaio da sempre, diceva: «Nel dilemma burro o cannoni, dilemma superlativamente idiota, noi abbiamo già fatto la nostra scelta: i cannoni». Storia e educazione alla pace, una bibliografia.

Leggi tutto

Julian Assange dimenticato da gran parte del mondo pacifista italiano

Per Assange, simbolo mondiale della libertà di stampa, l’Associazione PeaceLink – Telematica per la pace rilancia le petizioni a sostegno di Julian Assange, incriminato per aver rivelato i crimini di guerra degli Stati Uniti, a partire da Iraq e Afghanistan.

Leggi tutto

Non solo Assange: Daniel Hale e la verità sui droni Usa

Lo specialista di droni Daniel Hale condannato a 45 mesi di prigione: una campagna in sua difesa. A un giudice federale ha detto di sentirsi obbligato a far trapelare informazioni a un giornalista per il senso di colpa per la propria partecipazione a un programma che stava uccidendo indiscriminatamente civili in Afghanistan lontano dal campo di battaglia.

Leggi tutto

Verso Glasgow. Il bla bla bla dei governanti e il bavaglio agli attivisti

Tira brutta aria in vista della COP26 a Glasgow. Gli ecopacifisti si associano alla richiesta di giustizia climatica dei giovani di Fridays for future e attirano l’attenzione sull’impatto delle attività militari sull’ambiente e clima e sulla minaccia nucleare. Il disarmo come soluzione del problema.

Leggi tutto

Pace a colori: iconografia del conflitto e della pace

Illustrazioni, manifesti e disegni di dossier che trattano di conflitti e pace. Proprio nel poter confrontare le innumerevoli soluzioni grafiche proposte nei vari dossier che trattano di conflitti e pace e guerre nel mondo è facile osservare subito alcuni fattori dominanti come il ricorso massiccio a simboli universalmente riconosciuti.

Leggi tutto

Ecopacifismo e terrestrità

“Memoria e futuro”, edizioni Mimesis

I Disarmisti esigenti hanno promosso una “Rete per l’educazione alla terrestrità”. Non è la Terra “bene comune” dell’umanità, ma, viceversa, l’umanità appartiene alla Terra. Una intuizione che riprende la concezione ancestrale dei popoli indigeni.

Leggi tutto

Vittorio Agnoletto: il costituzionalismo terrestre, per una società della cura e della pace

Intervista a Vittorio Agnoletto. Dal profitto a una società della cura e della pace. La nostra comune umanità e il sentimento e il sentire umano della nostra specie sono chiamate a affrontare e risolvere le gravi sfide globali, l’intreccio tra minaccia nucleare e militare, ecologica e climatica e della disuguaglianza e delle oppressioni sociali

Leggi tutto

Nell’educazione il contributo di un innovativo antifascismo sociale

“Memoria e futuro”, edizioni Mimesis

Dal mondo dei movimenti per la pace e il disarmo la proposta di una “educazione alla terrestrità”. Raccogliendo l’eredità di partigiani come Stéphane Hessel ed Edgar Morin, guarda a un futuro possibile, costruito grazie ai temi della pace, dell’ambiente, del disarmo nucleare e della giustizia sociale.

Leggi tutto

Costruire una coscienza ecologica planetaria, condividere l’impegno di ICAN, il Premio Nobel per la pace che guarda al futuro dell’umanità

Educare alla “terrestrità” e condividere l’impegno di ICAN (International campaign to abolish nuclear weapons), una rete mondiale per rafforzare l’impegno antinucleare, oggi sottovalutato e tralasciato. Assicurarsi un mondo giusto e sicuro, fondato sulla forza del diritto e non sul diritto della forza. ICAN è stato insignito del Premio Nobel per la pace 2017 per il suo contributo alla causa della proibizione delle armi nucleari.

Leggi tutto