“.eco” di giugno: politiche energetiche e educazione, approccio sistemico e complessità

Continua sul focus sulle competenze e se ne aggiungono di nuovi. Il prossimo numero di giugno di “.eco” si concentrerà su politiche energetiche ed educazione ambientale con un approccio sistemico, invitando a inviare contributi su questo e altri argomenti. La redazione, infatti, è aperta a idee su sostenibilità, educazione e un mondo migliore. Invia la tua proposta a redazione@rivistaeco.it entro il 10 aprile.

Il prossimo numero di giugno di “.eco” promette di essere un’edizione ricca di spunti e riflessioni su due temi chiave: le politiche energetiche e l’educazione ambientale. Questi argomenti, fondamentali per il futuro del nostro pianeta, esploreranno sotto l’ottica dell’approccio sistemico e della complessità, mettendo in luce le connessioni profonde che esistono tra di essi.

Approccio sistemico e complessità in primo piano su “.eco”

Come sempre, la redazione di “.eco” accoglie con entusiasmo segnalazioni e proposte da parte dei lettori. Le pagine della rivista, voce storica dell’educazione ambientale che nel 2024 celebra il trentaseiesimo anno di vita, sono uno spazio aperto a tutte le voci che vogliono contribuire a una visione più consapevole e responsabile del mondo che ci circonda.

Se avete esperienze da condividere, libri o spettacoli da suggerire per recensioni, iniziative o progetti da far conoscere, potete contattare la redazione entro il 10 aprile all’indirizzo redazione@rivistaeco.it.

Vi invitiamo a collaborare con commenti, analisi, storie di buone pratiche e tutto ciò che può arricchire il dibattito sui temi dell’energia e dell’educazione ambientale.

Cosa aspettarsi nel prossimo numero?

I suggerimenti e i contributi possono riguardare gli argomenti in scaletta, ma anche altri temi rilevanti per il contesto attuale. Tra le questioni su cui la redazione sta lavorando, spiccano le politiche energetiche. Saranno forniti utili riferimenti per approfondimenti, ricerche, tesine e altro ancora, come libri, film, articoli. In particolare, siamo interessati a ricevere articoli o segnalazioni su casi concreti di impegno e coinvolgimento delle scuole nello sviluppo delle energie rinnovabili, delle comunità energetiche e simili.

Maria Antonietta Quadrelli, una delle voci della redazione, invita a collegare la questione delle politiche energetiche anche al senso civico. Spesso, la volontà dei cittadini, espressa ad esempio attraverso referendum, viene ignorata, generando un senso di impotenza e minando il senso civico stesso. Questo è un aspetto fondamentale da esplorare e discutere nel contesto delle politiche energetiche e della partecipazione dei cittadini alle decisioni che li riguardano direttamente.

Competenze di sostenibilità e approccio sistemico

Nel numero di marzo abbiamo pubblicato la prima puntata di una serie di speciali dedicati alle competenze di sostenibilità. Abbiamo posto l’attenzione sul pensiero complesso, un aspetto cruciale per comprendere e affrontare le sfide ambientali e sociali del nostro tempo.

Nel prossimo numero di giugno, sarà il momento di esplorare le competenze di approccio sistemico e pensiero complesso, e di analizzare come queste possano essere praticate sia all’interno delle scuole sia nell’ambito dell’educazione non formale. Sarà un’occasione per approfondire la riflessione su come formare cittadini consapevoli e capaci di affrontare le sfide del XXI secolo in modo responsabile e sostenibile.

Infine, prosegue anche la presentazione di un percorso sull’educazione alimentare e sui consumi consapevoli, un altro tassello importante per un futuro più sostenibile e equo per tutti.

Insomma, se avete idee interessanti da condividere su questi argomenti, o su altri che ritenete cruciali per il dibattito sull’ambiente e l’educazione, non esitate a farvi avanti. Le porte della redazione di “.eco” sono spalancate per accogliere le vostre voci e contributi, nella speranza di costruire insieme un mondo migliore per le generazioni future.

Un pieno di idee e buone notizie con “.eco” di marzo

Per ricevere “.eco, l’educazione sostenibile” bisogna abbonarsi, o rinnovare l’abbonamento, con carta di credito sullo shop o con bonifico bancario.
L’abbonamento comprende anche la rivista specializzata “il Pianeta azzurro” e i fascicoli della Collana del faro, dedicati alle forme dell’acqua.
Oppure è possibile associarsi alla Rete WEEC. La tessera della rete dà diritto anche alla rivista scientifica “Culture della sostenibilità” e a riduzioni sulle quote di partecipazione alle scuole residenziali WEEC e ad altre attività.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione

".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione has 1781 posts and counting. See all posts by Redazione

Parliamone ;-)