Sostenibilità accessibile: una piccola cifra per tre grandi riviste

Da oggi, le riviste “.eco, l’educazione sostenibile”, “il Pianeta azzurro” e “Culture della sostenibilità” offrono l’abbonamento annuale in dodici rate, a partire da 2,25 euro al mese. Piccoli passi possono fare una grande differenza nel nostro impegno collettivo per un futuro più verde. E una parte del ricavato andrà alla protezione delle foreste italiane.

Leggi tutto

Aldo Leopold, l’ecologo dell’anima

Anticipazioni. Nel numero di dicembre 2023 di “.eco” un ritratto di Aldo Leopold, campione del pensiero ambientale e di un modo politico di vivere la natura americana, di cui tornano finalmente in libreria gli scritti. Testimone e agli inizi complice dell’assalto novecentesco alla Natura, Leopold è un autore cult e un classico, un grande scrittore che dialoga con Thoreau e Jack London, Steinbeck e Hemingway.

Leggi tutto

Abbonamento 2024 a “.eco”: un passo concreto per la conservazione ambientale

La campagna abbonamenti 2024 promuove un impegno concreto per la sostenibilità attraverso riviste come “.eco”, invitando a scrivere “I care” su tutti i muri per sottolineare l’urgenza di prendersi cura del pianeta. L’abbonamento offre informazioni di qualità, educazione ambientale e contribuisce attivamente alla conservazione dei boschi, rendendo la sostenibilità accessibile a un pubblico più ampio. Diventare soci/e della Rete WEEC significa partecipare attivamente per un mondo più verde, dove l’educazione ambientale è chiave per il risveglio delle coscienze. Boschi di Emilia-Romagna, Toscana e Marche i destinatari della campagna 2024.

Leggi tutto

Scrivere “I care” su tutti i muri e i portoni del mondo

L’educazione ambientale (“seme di futuro”) è farsi carico del futuro, è partecipazione, è avere “occhi nuovi” sul cambiamento. Un percorso tra una serie di coppie oppositive, che si riassumono in “Catastrofe vs civiltà ecologica”. Per scongiurare la prima e costruire la seconda, bisogna scrivere “I care” (il celebre motto di don Lorenzo Milani) su ogni muro e portone del mondo. O almeno su tutti i portoni di istituzioni e organizzazioni educative, formali e non formali. Il testo integrale dell’editoriale del direttore di “.eco” nel numero di dicembre 2023.

Leggi tutto

Pascal, “un formidabile genio”

Un formidabile genio”. Questo è l’appellativo usato dal celebre scrittore francese René de Chateaubriand che, con efficace sintesi, descrive la multiforme creatività del grande matematico, fisico e filosofo vissuto oltre un secolo prima. Alla riscoperta (nel numero di dicembre 2023 di “.eco”) di Pascal (1623-1662), un pensatore che ha influenzato Jacques Rousseau, Alessandro Manzoni, Søren Kierkegaard, Fëdor Dostoevskij, fino a Martin Heidegger, nel quarto centenario della nascita.

Leggi tutto

Educazione ambientale: temi, metodi e esperienze

Temi, metodi e esperienze di educazione ambientale. Nel numero di dicembre 2023 di “.eco” (la rivista italiana di riferimento del settore) un catalogo ricavato dal denso programma delle due scuole residenziali 2023 realizzate dalla Rete WEEC Italia al parco di Monte Barro (Lecco) e al Castello Aragonese di Ischia.

Leggi tutto

Da von Humboldt al XX secolo, i pionieri dell’ecologia

Anticipazioni. Partendo da von Humboldt, fino all’era dell’ecologia, un viaggio attraente, bello e documentato attraverso figure di scienziati, studiosi e artisti, di politici, giuristi e attivisti che hanno diffuso concetti e teorie o promosso iniziativa pionieristiche di grande qualità. Ne parla Ugo Leone sul numero di dicembre 2023 di “.eco”, recensendo il bel libro di Fabienne Charlotte Vallino sui pionieri del pensiero del nostro tempo.

Leggi tutto

Fiumi, vene della Terra: un presente problematico, un futuro da costruire

Anticipazioni. Nel numero di dicembre di “.eco”, dati, schede per attività didattiche, spunti di lavoro e riflessione sui fiumi, tra gli ambienti più minacciati dall’inquinamento e dalle modifiche del loro corso. “Se vuoi sapere che rapporto c’è tra abitanti e territorio domanda i fiumi, sempre i primi a essere dimenticati: cattiva coscienza?” dice Marco Paolini. Le precedenti puntate sono comparse nei numeri di giugno e settembre di “.eco”.

Leggi tutto

Io capitano di Garrone: perché bisogna assolutamente vederlo lo spiega “.eco” di dicembre 2023

Anticipazioni dal numero di dicembre 2023 di “.eco”. Dura ma coinvolgente, l’odissea del giovane esordiente protagonista del film di Garrone ben esemplifica il fenomeno migratorio, diacronico e asimmetrico, mai lineare e sempre dirimente. E ci fa intuire un po’ meglio cosa e come dovremmo fare noi, quando arrivano immigrati qui: metterci e metterli con assistenza, garbo e sorriso, alla prova della civile convivenza.

Leggi tutto

Altra professoressa, altra lettera. Altri tempi. Su “.eco” di dicembre 2023

Anticipazioni dal numero di dicembre 2023 di “.eco”. Tra gli articoli dell’ultimo numero del 2023, che chiude anche un anno ricco di anniversari (don Milani, Calvino, Scotellaro, Manzoni, Pascal, le Quattro giornate di Napoli, la deportazione degli ebrei romani e via elencando), c’è la lettera di Ugo Leone a una professoressa. Molte cose sono cambiate da quando i ragazzi della scuola di Barbiana guidati da don Lorenzo Milani scrissero la famosa “Lettera a una professoressa”, ma oggi – scrive Leone – è ancora tempo delle scelte “contro i classisti, la fame, l’analfabetismo, il razzismo, le guerre coloniali”.

Leggi tutto

Riprendi l’impegno verso pratiche più sostenibili con “.eco” di settembre

In uscita il numero di settembre di “.eco”: con l’inizio di un nuovo anno di attività, scolastica, accademica, sociale, sindacale, “politica”, siamo chiamati a riprendere in pieno l’impegno verso l’adozione di pratiche più sostenibili nella vita quotidiana. Per riceverlo, abbonarsi o rinnovare entro il 21 agosto. Possibile anche chiedere una copia saggio gratuita.

Leggi tutto

Il Ponte sullo stretto? Non s’ha da fare. “.eco” spiega perché

Nonostante l’approvazione del decreto sulla costruzione del ponte sullo stretto di Messina, confidiamo che il ponte non si faccia mai, come successo fortunatamente a tutti i tentativi precedenti. Mentre l’Italia è un desolante paesaggio fatto di inquinamento, degrado ambientale, dissesto idrogeologico, ospedali al collasso, scuole e università senza mezzi, collegamenti ferroviari tagliati, trasporti pubblici insufficienti, si pensa di buttare al vento miliardi per un’opera che se venisse disgraziatamente realizzata si rivelerebbe pericolosa, antieconomica e a grave rischio. Il numero di giugno di “.eco” spiega dettagliatamente perché.

Leggi tutto

Fare il pieno di buone notizie con “.eco” di giugno

Senza dimenticare le ombre, nel numero di giugno 2023 di “.eco” proposte, esperienze, percorsi didattici, segnalazioni e contributi teorici per rinnovare l’educazione formale e non formale (nei metodi e negli spazi), per riqualificare i territori, per trovare ispirazione in libri classici e libri nuovi. Due articoli riassumono tutte le criticità dell’ipotetico ponte sullo stretto di Messina.

Leggi tutto

Educazione, cosa c’è di nuovo?

Cosa c’è di nuovo, o magari no: se lo chiede nel numero di marzo 2023 “.eco”, la storica rivista di riferimento per chi cerca una “educazione sostenibile”, che equivale a una cambiamento radicale di paradigma (contenuti, metodi, spazi, relazioni con altri settori) dei sistemi formativi. Una indagine che continuerà, aperta anche al  contributo di lettrici e lettori.

Leggi tutto

Più natura protetta per proteggere noi stessi

I parchi nazionali d’Abruzzo e del Gran Paradiso compiono cento anni. Hanno aperto la strada a molti altri. Aumentare considerevolmente la superficie forestale protetta in tutto il mondo: questa la chiave per salvare biodiversità e equilibri ecologici (e l’umanità minacciata dalla catastrofe climatica). Natura al centro anche delle altre sezioni, oltre al “Tema” di copertina, nel numero di settembre di “.eco”, la rivista italiana di riferimento per la cultura ambientale.

Leggi tutto

Biodiversità a rischio, un felino che farà discutere

Ce ne sono 600 milioni, non sono a rischio di estinzione, ma con la loro capacità predatoria mettono a rischio quella di altre specie, soprattutto volatili.

Con i giusti accorgimenti si può però affrontare il problema causato dal felino. Se ne parla nel numero di settembre di “.eco”.

Leggi tutto

La mondialità ambientalismo

(Riprendiamo dall’Agenzia internazionale Pressenza una intervista di Laura Tussi a Mario Salomone . L’intervista è stata ripresa anche da AgoràVox Italia, da

Leggi tutto

I ponti di pace posano sui piloni dell’ambiente

Educazione alla pace, i risultati del congresso mondiale di Praga, natura e biodiversità in Costituzione tra gli argomenti di “.eco” di giugno. Un nuovo contributo della rivista nata nel 1989 alla costruzione, attraverso la cultura ambientale, di società verdi come alternativa alla guerra perdente di tutti contro tutti e contro il pianeta. Per un cambiamento di paradigma a 180 gradi.

Leggi tutto

Rachel Carson e la sua lotta per la difesa dell’ambiente. Nel nuovo numero di marzo di .eco celebriamo i 60 anni di Silent Spring

In questo nuovo numero di .eco, in occasione dei 60 anni dalla pubblicazione di Silent Spring, abbiamo voluto raccontare la storia di Rachel Carson, scrittrice e ricercatrice che diede un contributo fondamentale allo sviluppo dei movimenti per la difesa dell’ambiente.

Leggi tutto