Skip to main content

Storia di un albero

| Chiara Agresta

Tempo di lettura: < 1 minuto

Storia di un albero
Emilie Vast Storia di un albero Gallucci editore, 2012 pp. 32, 13 euro A volte le immagini valgono più delle parole. È il caso di questo libro, un bellissimo manuale adatto ai più piccoli, che narra una storia soltanto con semplici disegni. Un racconto che parla di un albero e della vita che gli gira attorno, piccoli e grandi animali, uomo compreso. I suoi rami accolgono gli uccelli in cerca di riparo e diventano il luogo ideale per costruire un nido, che con  la schiusa delle uova ospiterà una nuova vita. I suoi fiori profumati incantano tutti gli abitanti del bosco, ai quali l’albero offre i suoi preziosi frutti. Anche a un ragazzino con la sua bicicletta: i suoi rami, ora, uniscono l’uomo alla natura. Stagione dopo stagione l’albero muta il suo aspetto. I profumati fiori colorati comparsi ieri sulle sue chiome oggi diventano gustosi frutti. Poi le foglie cadono e formano un soffice giaciglio, riparo e fonte di vita per tanti piccoli organismi. Con l’arrivo del freddo inverno e della neve, alla fine, tutto tace. Al nostro caro vecchio albero non rimane che attendere, in una veglia dormiente, che torni di nuovo la bella stagione. E la vita ricomincia.

Emilie Vast
Storia di un albero
Gallucci editore, 2012
pp. 32, 13 euro

A volte le immagini valgono più delle parole. È il caso di questo libro, un bellissimo manuale adatto ai più piccoli, che narra una storia soltanto con semplici disegni. Un racconto che parla di un albero e della vita che gli gira attorno, piccoli e grandi animali, uomo compreso.

I suoi rami accolgono gli uccelli in cerca di riparo e diventano il luogo ideale per costruire un nido, che con  la schiusa delle uova ospiterà una nuova vita. I suoi fiori profumati incantano tutti gli abitanti del bosco, ai quali l’albero offre i suoi preziosi frutti. Anche a un ragazzino con la sua bicicletta: i suoi rami, ora, uniscono l’uomo alla natura.
Stagione dopo stagione l’albero muta il suo aspetto. I profumati fiori colorati comparsi ieri sulle sue chiome oggi diventano gustosi frutti. Poi le foglie cadono e formano un soffice giaciglio, riparo e fonte di vita per tanti piccoli organismi.
Con l’arrivo del freddo inverno e della neve, alla fine, tutto tace. Al nostro caro vecchio albero non rimane che attendere, in una veglia dormiente, che torni di nuovo la bella stagione. E la vita ricomincia.

Scrive per noi

Chiara Agresta
Chiara Agresta. Laureata in Scienze naturali indirizzo Conservazione della natura e delle sue risorse, si è specializzata allo Ied di Torino con un master in Comunicazione ambientale. Attualmente si occupa di divulgazione ed educazione ambientale.