Dante dì. La Commedia, poema dell’ambiente e del paesaggio

Dante, “il poeta della scienza”. Territorio e paesaggio sono centrali nella Commedia e si può riscoprire l’Italia rileggendo il poema. Il che ovviamente non fa di Dante un nazionalista, ma nella sua opera c’è una forte coscienza di un orizzonte unitario, culturale ma anche ambientale.

Leggi tutto

Dante dì. Ambiente e natura ai tempi di Dante

Come erano ambiente e natura ai tempi di Dante? Non solo per Dante, ma intorno a Dante? Cioè dove viveva, scriveva, agiva. Più precisamente: quali erano le generali condizioni di natura e ambiente prima, durante e dopo la sua vita? E qual era il rapporto Dante/natura-Dante/ambiente? Non esiste solo il Dante della Divina Commedia: c’è anche uno scrittore, un poeta, un uomo che prima e meglio di altri ha saputo cogliere l’importanza, per l’uomo, dell’ambiente.

Leggi tutto

Dante dì. Geografia dell’Inferno: l’Averno tra Virgilio e Galilei

Napoli è la tomba di Virgilio, ma tra Cuma e Pozzuoli c’è anche la porta di accesso agli Inferi. L’Averno è un esempio della forza del classico, che viene continuamente plasmato e riscritto, dando vita a nuove figure, a nuovi temi, come nel caso della poetessa americana Louise Glück, premio Nobel per la letteratura del 2020, passando per la lezione su Dante tenuta dal padre della scienza moderna.

Leggi tutto

Dante dì. Dante e l’etica per il terzo millennio

Le categorie del reale e dell’irreale risolvono il contrasto tra bene e male: il bene ha a che fare con la realtà, mentre il male ci tenta svalutando ciò che è reale. Questa intuizione, che è anche di Dante, è la chiave del lavoro (anche sul piano etico) dell’educatore: la realtà è riconoscere un limite, la finitudine, l’accettazione della nostra sostanziale impotenza, la condivisione di un destino comune.

Leggi tutto

Dante dì. Insegnare Dante oggi. Con quali occhi?

Un poeta insieme lontanissimo e vicinissimo, né antico né moderno. Profondità intellettuale, ansia di conoscenza, sapienza stilistica sono qualità di Dante Alighieri da scoprire e assaporare a poco a poco sui banchi di scuola. La straordinaria profondità dei significati culturali e umani acquisiti nel corso dei secoli dall’opera di Dante, benché uomo totalmente immerso nelle idee, nei valori, nei pregiudizi del Medioevo, spiegata in una intervista a tre degli autori di uno dei principali corsi di letteratura italiana per le scuole superiori: Guido Armellini, Luigi Bosi e Matteo Marchesini.

Leggi tutto