Libertà di stampa, Italia ultima in Europa. Per fortuna c’è anche una informazione “costruttiva”

Il 3 maggio è la Giornata mondiale della libertà di stampa, che in Italia si celebra dal poco invidiabile quarantunesimo posto, ultima in classifica in Europa, e con circa 20 giornalisti sotto scorta. Tra minacce mafiose, precariato, scarsità di editori puri, dilagare di scandalismo e fake news, entropia della “infosfera” il nostro paese non se la passa bene e sono oltre 130 i Paesi nel mondo in cui, secondo Reporter senza frontiere, l’esercizio del giornalismo “vaccino principale” contro la disinformazione è “totalmente o parzialmente bloccato”. Anche la scuola può giocare un ruolo importante educando alla lettura dei media. E questa giornata va dedicata anche agli educatori e alle educatrici ambientali.

Per la Giornata il Movimento Mezzopieno ha lanciato la Giornata dell’informazione costruttiva (cui anche “.eco” ha aderito), riunendo i professionisti dell’informazione che danno risalto a notizie, approfondimenti, reportage e storie costruttive.

Leggi tutto

L’era della suscettibilità esagerata e dannosa. Lo sport di massa di chiedere la testa di qualcuno

L’era della suscettibilità

Guia Soncini

Cultura e Politica

Marsilio, Venezia, 2021

Pag. 191, euro 17

Leggi tutto

I social network e lo spirito pubblico

Le polemiche sulla “censura” a Trump ci ricordano che ogni istigazione all’odio e alla violenza comporta il collocarsi fuori dal dialogo razionale in cui dovrebbe consistere ogni ordinamento democratico-liberale. Ma la nascente opinione pubblica globale, che si nutre della partecipazione al dibattito pubblico attraverso i servizi digitali, manca il potere politico e giuridico di sanzionare i comportamenti devianti.

Leggi tutto

Clima e informazione ambientale

Verso un’informazione ambientale completa, tempestiva e continuativa Lunedì 23 novembre ore 14,30 – Casa dell’ambiente, corso Moncalieri 18 – Torino

Leggi tutto