“Abilmente”: l’arte della manualità

Quello che “non stava in quiete” è il materiale, nella sua molteplicità formale, nel suo arcobaleno di colori e di forme. Come nella bottega delle stoffe descritta da Bruno Schulz in Le botteghe color cannella, dall’insieme disordinato delle pezze di stoffa si erige, grazie al demiurgo, un ordine, qui grazie all’arte dell’intreccio, della giustapposizione, del collage sorge un ordine che avvince immediatamente il visitatore, un ordine policromo.

La creatività si esprime nel conferimento di forma alla realtà che si presenta nella molteplicità dei suoi colori. In questa dimensione, in questo dedalo la scrittura si fa segno e il segno si fa scrittura (”Associazione dal segno alla scrittura”, stand 121), l’arte calligrafica che recupera gli stili storici della scrittura occidentale. Lo stand “The Quick Lazy Dog- laboratorio calligrafico” dal sapore retro dei pennini e degli inchiostri di un tempo fuori del tempo.

Questo gufetto compare nel mondo delle forme: le linee dei fili, annodandosi, organizzano lo spazio nella forma animale evocando l’azione del Demiurgo. È l’opera di Laura Bossi (in arte Shambaloo), 33 anni, stand 140 che utilizza la tecnica del macramè, ben nota nell’antica Genova, che utilizza i nodi marinari.

I gufetti, i gatti, gli elfi ci portano in un mondo incantato, in paesaggi di fantasia, un mondo “fatato”, lontano dal mondo virtuale dei “supereroi”, un percorso cromatico creato con i tessuti, con i colori della natura, con colori “pastello” ci cantano storie con il sapiente uso di tessuti, cordami, colori.

“Abilmente” è il salone delle idee creative che ci ha accompagnato dal 16 al 19 marzo 2023 al Lingotto Fiere di Torino, dove si possono vedere corsi laboratoriali, kit creativi.

L’alluminio anodizzato assume, si può dire, ogni forma nei “cerchioni alluminio Gi” di Valbrembo, Bergamo; Spille coloratissime di avorio vegetale, il “seme della Tagua”, diffusa nella regione amazzonica dell’Equador; il tessuto dei semi si indurisce assumendo la consistenza dell’avorio (appunto: “avorio vegetale”, “Solstizio”).

La varietà cromatica si struttura in immagine, quello che era una corda diviene una figura, quello che era metallo diventa una pianta, con una continua metamorfosi che conferisce un nuovo ordinamento alle diverse materie.

Così il legno assume la forma di cuore (“Mondo Deco”, Bergamo), così come il gesso in resina e l’alluminio giunge a coprire larga parte dell’universo formale a noi famigliare (“Alluminio Gì”, Valbrembo, Bergamo); così il filo da cucito diventa l’immagine di un quadro di Monet (“Hobby cucito”, stand 75); il vinile diventa segnalibro e il bambù intesse dei foulard inconsueti. Ogni materia può tramutarsi in un’altra materia sotto la guida del demiurgo. Il riuso dello scarto tessile -stand 140- compone nuovi modelli di vestiario quale buona pratica di economia circolare.

La dimensione estetica si fa guida di una attitudine metamorfica e indica una strada praticabile: quella di
convincersi che non esistono scarti, ma che tutto può avere una seconda, terza, quarta vita… come le
pezze di stoffa del signor Jakub in Le botteghe color cannella di Bruno Schulz.

Espositori da tutta Italia e da vari paesi del mondo. Il fiore all’occhiello, quest’anno è stato Jeff Koons, icona dello stile neo-pop ha realizzato i cagnolini con la tecnica dell’amigurumi, arte giapponese dell’intreccio e del lavoro all’uncinetto che permette di creare giocattoli fatti di filo.

Scrive per noi

TIZIANA CARENA
Tiziana C. Carena, insegnante di Filosofia, Scienze umane, Psicologia generale e Comunicazione, Master di primo livello in Didattica e psicopedagogia degli allievi con disturbi dello spettro autistico, Perfezionamento in Criminalistica medico-legale. È iscritta dal 1993 all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Si occupa di argomenti a carattere sociologico. Ha pubblicato per Mimesis, Aracne, Giuffrè, Hasta Edizioni, Brenner, Accademia dei Lincei, Claudiana.

TIZIANA CARENA

Tiziana C. Carena, insegnante di Filosofia, Scienze umane, Psicologia generale e Comunicazione, Master di primo livello in Didattica e psicopedagogia degli allievi con disturbi dello spettro autistico, Perfezionamento in Criminalistica medico-legale. È iscritta dal 1993 all'Ordine dei Giornalisti del Piemonte. Si occupa di argomenti a carattere sociologico. Ha pubblicato per Mimesis, Aracne, Giuffrè, Hasta Edizioni, Brenner, Accademia dei Lincei, Claudiana.

TIZIANA CARENA has 62 posts and counting. See all posts by TIZIANA CARENA

Parliamone ;-)