Il clima che vogliamo, soluzioni per un futuro sostenibile

Il clima che vogliamo. Pianeta. Da almeno un secolo a un altro (e forse più). Telmo Pievani spiega così nel suo contributo alla prefazione: “Affrontiamo non solo una tempesta atmosferica, ma anche un’instabilità nel nostro pensiero. Stiamo affrontando la tempesta perfetta, non solo nell’aria che respiriamo, ma anche nei pensieri di questo grande mammifero che si definisce ‘sapiens’, nato in Africa 300 millenni fa e che si è dimostrato capace di cambiare radicalmente l’ambiente che lo circonda, solo per rendersi conto, forse troppo tardi, di dover fare i conti con gli effetti autolesionistici delle sue azioni”.

Un pixel di Terra, le radici della crisi climatica nei saggi di pievani

Pievani, ex prorettore dell’Università di Padova e attuale direttore del suo stimato magazine culturale e scientifico, Il Bo Live, ora disponibile online ma originariamente cartaceo, presenta quotidianamente articolati contributi su una vasta gamma di argomenti, prevalentemente scientifici e spesso centrati sulla questione dei cambiamenti climatici causati dall’uomo. Molti di questi contributi fanno parte di una serie che ha ispirato il titolo del volume stesso, “Il clima che vogliamo”, premiato nel 2022 per la sua capacità innovativa di comunicare la crisi climatica e la sostenibilità attraverso diverse modalità (articoli, podcast, infografiche, video).

Pievani conclude: “Dai saggi raccolti in questo volume emerge chiaramente che la crisi climatica, alla sua base, è una questione di altruismo e rispetto per le generazioni future. L’umanità non è indispensabile. La Terra, vista da Nettuno, appare come un minuscolo pixel di 0,12. Su questa minuscola parte di universo, continuiamo ad agire come predatori miope di un piccolo giardino. Abbiamo ancora molta strada da percorrere prima di meritare l’appellativo di ‘sapiens’.”

Il clima che vogliamo: il viaggio narrativo in quattro parti

Questo meraviglioso e fruibile volume è suddiviso in quattro parti, comprendente circa sessanta saggi accuratamente selezionati, arricchiti da illustrazioni, grafici, schede informative, dati e riassunti. Gli articoli sono stati pubblicati negli ultimi due anni e sono stati rielaborati appositamente per questa pubblicazione. La prima parte esplora il “perché siamo arrivati a questo punto”, trattando lo sfruttamento delle risorse e l’incremento del livello di CO₂ nell’atmosfera, le istituzioni e le organizzazioni che stanno cercando di affrontare questi problemi, la necessità di cooperazione internazionale e l’ingiustizia sociale, le dichiarazioni di intenti e i segnali positivi, così come il ruolo dei media e gli investimenti economici necessari per i prossimi decenni.

La seconda parte delinea le “tre crisi in una”: il cambiamento climatico, il declino della biodiversità e l’inquinamento ambientale. La scarsità di risorse idriche è già una tragedia per molte comunità, mentre la distruzione degli habitat aumenta il rischio di malattie infettive, comprese quelle di natura pandemica. Gli eventi meteorologici estremi possono causare milioni di vittime e paralizzare interi settori produttivi, in particolare quello alimentare.

La terza parte del volume evidenzia la necessità e l’urgenza di “cambiare rotta”, abbandonando l’uso dei combustibili fossili a favore di fonti energetiche rinnovabili. Infine, la quarta sezione sottolinea che “c’è molto lavoro da fare, e in fretta”, sottolineando l’importanza di risposte integrate che coinvolgono settori tradizionalmente separati. Il distacco dalla dipendenza dai combustibili fossili comporterà inevitabilmente sfide e richiederà una riconsiderazione dell’organizzazione sociale costruita nel corso dei decenni, affrontando le resistenze spesso legate alla difesa di interessi consolidati.

Il climazionario, guida pratica per tempi critici

Un testo di cui tenere sempre a portata di mano in questi tempi critici, da consultare ogni volta che necessario, magari utilizzando il pratico “climazionario” fornito che rimanda ai temi e ai passaggi chiave del volume. E per ulteriori approfondimenti e aggiornamenti, è possibile visitare il sito web (dove è possibile trovare i nomi degli autori e delle autrici della competente e appassionata redazione): https://ilbolive.unipd.it/it/homepage.

Scrive per noi

Valerio Calzolaio
Valerio Calzolaio
Valerio Calzolaio, giornalista e saggista, è stato deputato (1992-2006) e sottosegretario all’Ambiente (1996-2001). Ha pubblicato numerosi libri sul tema della migrazioni e dei profughi ambientali.

Valerio Calzolaio

Valerio Calzolaio, giornalista e saggista, è stato deputato (1992-2006) e sottosegretario all’Ambiente (1996-2001). Ha pubblicato numerosi libri sul tema della migrazioni e dei profughi ambientali.

Valerio Calzolaio has 160 posts and counting. See all posts by Valerio Calzolaio

Parliamone ;-)