Rispondere alla domanda più drammatica del nostro presente. Per la scuola e l’università occorre un progetto educativo di ampio respiro

Occorrono strategie unitarie per dare un futuro all’umanità e al Pianeta. Per la scuola e l’università l’educazione ambientale può essere il faro che guida un progetto educativo adeguato alle sfide che l’umanità sta affrontando. La conferma di Sergio Costa all’Ambiente e la promozione di Lorenzo Fioramonti al MIUR possono consentire un rafforzamento delle politiche di cultura ambientale di cui i protocolli già firmati costituiscono la premessa.

Leggi tutto

Cambiare è difficile, non cambiare è fatale

“.eco” e la Rete WEEC sono impegnate per il rinnovamento del sistema educativo. Per partecipare scrivere a redazione@rivistaeco.it

I paesi che usciranno meglio dalla crisi saranno quelli che nelle loro agende daranno un posto prioritario alla scuola. Occorre riflettere, adattare, ridefinire i tempi, gli spazi e le metodologie, cambiare in relazione al sistema che cambia. Il cambiamento fa dell’insegnare il mestiere più bello del mondo.

Leggi tutto

Scuola, dalla maschera di Carnevale alla mascherina anticovid

“.eco” e la Rete WEEC sono impegnate per il rinnovamento del sistema educativo. Per partecipare scrivere a redazione@rivistaeco.it

Una insegnante racconta la sua esperienza di didattica distanza. Ostacoli tecnici e la difficoltà di trovare comunque un rapporto con gli allievi e una didattica che non fosse solo trasmissione di contenuti. Perché tutorial e video non potranno mai sostituire gli insegnanti e la scuola.

Leggi tutto

DaD, DDI oggi. E domani? Qual è la scuola di domani?

“.eco” e la Rete WEEC sono impegnate per il rinnovamento del sistema educativo. Per partecipare scrivere a redazione@rivistaeco.it

La pandemia ha drammaticamente posto in risalto annose criticità della scuola italiana. Occorre un progetto e ogni modalità didattica, vecchia o nuova che sia, DaD o DDI dovrà riferirsi a saldi principi pedagogici. Ricerca, sperimentazione, monitoraggio sono necessarie anche per la didattica distanza, che come spiega un recente libro, se fatta bene può servire e divertire.

Leggi tutto

L’educazione sostenibile per ripensare il sistema di istruzione

“.eco” e la Rete WEEC sono impegnate per il rinnovamento del sistema educativo. Per partecipare scrivere a redazione@rivistaeco.it

Il grido di dolore di studenti, docenti, famiglie, presi tra l’incudine di una didattica a distanza forzata, improvvisata e faticosa e il martello della chiusura delle aule. Un report delle prime discussioni del tavolo di lavoro che abbiamo creato per rilanciare il dibattito sul rinnovamento del sistema educativo. È il momento di ripensare davvero metodi, finalità, strutture, ordinamenti. All’insegna di una “educazione sostenibile”: didattica a distanza e didattica in presenza si cambiano insieme. Al tavolo c’è posto: benvenute e benvenuti.

Leggi tutto

Serve una scuola eretica

Didattica, conoscenze, competenze, finalità formative, valutazione hanno bisogno di di una generale palingenesi, di sangue e di passione, di lungimiranza e di speranze. Fare della pandemia una occasione di rinnovamento della scuola e ripensare – fra i tanti altri – anche l’importante compito educativo svolto dalla famiglia.

Leggi tutto

Il mal di scuola non è responsabilità solo della pandemia

La chiusura delle scuole da nove mesi rappresenta un buco incolmabile nel percorso formativo di un soggetto in età di apprendimento. La politica non ha avuto il coraggio (e l’intelligenza) di promuovere la rivisitazione di programmi e metodi, ma le colpe ricadono anche su addetti ai lavori, gli stessi fruitori dei servizi e una società votata all’egoismo.

Leggi tutto

Scuole all’Aperto: l’ottavo convegno dedicato a Outdoor Education e Resilienza

La contingente situazione epidemiologica ha portato alla chiusura di numerose scuole: le attività di educazione all’aperto non sono una novità, ma si presentano ai nostri occhi ora in una veste nuova e attuale. 

Lunedì 30 novembre 2020, dalle ore 15 alle ore 18.30, con iscrizione obbligatoria, torna l’evento dedicato alle esperienze di scuola all’aperto delle scuole primarie, quest’anno in modalità telematica. 

 

Leggi tutto

Dal baule delle favole spuntano le favole cosmiche di Maria Montessori

Scuola in Natura a Catania, seduti su un tappeto voltante

Una “scuola in natura” a Catania sfrutta gli spazi esterni del plesso e gli spazi cittadini per un interessante progetto di formazione en plein air. «Stare all’aria aperta, in un clima sereno, rappresenta un’opportunità esclusiva e di grande valore educativo», racconta il dirigente scolastico.

Leggi tutto

Un tavolo di lavoro istituzionale per la scuola che verrà

Studentesse protestano contro la DAD di fronte a una scuola di Torino

Quale futuro ci attende? Quanto ci importa realmente di costruirne uno sufficientemente buono? Pensando ai posteri, sapendo che è il presente a disegnare il futuro di cui siamo responsabili. Negli anni ’70 del secolo scorso Lorenzo Milani, Mario Lodi, Gianni Rodari, Danilo Dolci tentarono un rinnovamento. E oggi? Un invito a esperti dell’educazione e della formazione, maestri, dirigenti scolastici, psicologi dell’educazione per iniziare a gettare i semi della scuola che verrà.

Leggi tutto

Scuola, Didattica a distanza, pandemia e…valutazione degli alunni

Le riflessioni dell’esperta di pedagogia Luisa Piarulli sul mondo della didattica. Ogni crisi permette un’opportunità di cambiamento, ma questo deve essere reale, stimolato e non dettato dall’emergenza. Formazione globale degli studenti in ottica bio-psico-sociale, etica della valutazione e “cum-divisione” concreta: ecco alcuni tra gli aspetti da tenere in considerazione per ripartire dopo la DAD.

Leggi tutto

Coronavirus occasione di miglioramento anche per la scuola. Necessità di equità e certezze per gli alunni.

Proprio ieri è stato inviato dall’Autorità garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Filomena Albano un documento al Comitato istituito dal Ministero dell’Istruzione. Importanza della relazione in presenza e del bisogno di socializzazione degli alunni; suggerimenti per il ritorno sui banchi, con linee guida centralizzate ed esperienze diversificate; bisogno di certezza degli studenti.

Leggi tutto

Coronavirus: inserire un esperto in infanzia e adolescenza nella task force per la fase 2

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

La nota dell’Autorità garante al Presidente Conte per tutelare le persone di minore età in questa difficile situazione di distanziamento sociale. Importante riflettere su sistemi innovativi e sulle conseguenze per bambini e ragazzi. Necessario prevedere anche un confronto con l’Osservatorio nazionale per l’infanzia e l’adolescenza. 

Leggi tutto

Scuola: “Usare la quarantena per un apprendimento libero, genuino e completo”

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

“Ci vuole un apprendimento libero da un’indebita dipendenza da costosi gadgets”. Una riflessione dal Bhutan, tessera della comunità planetaria di destino. Anche il piccolo regno himalayano è in quarantena e le case diventano aula. Takur S Powdyel, già ministro dell’istruzione e autore di “La Mia Scuola Verde”, propone: lasciamo gli studenti liberi di esplorare e di trovare modi innovativi e originali per dimostrare quanto hanno imparato. Ma in primo luogo occorre ricordarsi che la Vita è il principio base dell’apprendimento ed è la priorità “Numero 1”.

Leggi tutto

I bambini non sono uguali davanti all’emergenza. Per chi è in condizioni di svantaggio la situazione peggiorerà

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

I lunghi mesi di chiusura delle scuole aggraveranno la povertà educativa e i sostituti digitali, di per sé insufficienti, valgono meno per chi è in condizioni di svantaggio, socioeconomico o psicofisico. Materiali per affrontare meglio la sfida della “scuola a casa”. Ad esempio, imparando a vigilare sulle “fake news”.

Leggi tutto

COVID-19: ATTENZIONE ALL’EMERGENZA ISTRUZIONE, DICE L’UNESCO

Scuole e università chiuse in 39 paesi in Asia, Europa, Medio Oriente, Nord e Sud America, quasi un miliardo di bambini e di giovani a casa o a rischio di starci (dati dell’11 marzo). Gravi conseguenze, avverte l’UNESCO, per ragazzi e ragazze, con elevati costi sociali ed economici. L’UNESCO mobilita i ministri dell’istruzione e crea una task force per fronteggiare l’emergenza educativa e pubblica una guida a piattaforme e siti per l’e-learning.

Leggi tutto

SCUOLE VERDI: PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’EDUCAZIONE AMBIENTALE ESCE IL LIBRO SUL PIANO DI SCUOLE VERDI DEL BHUTAN

La copertina di La Mia Scuola Verde, in distribuzione gratuita per la Giornata mondiale dell’educazione ambientale, 14 ottobre.

Il Bhutan è stato il primo paese ad adottare un indicatore alternativo al PIL: la Felicità Nazionale Lorda. Esce ora in italiano per la Giornata mondiale dell’educazione ambientale “La Mia Scuola Verde”: il libro del ministro che ha realizzato il piano di scuole verdi del Bhutan. Una iniziativa della Rete WEEC Italia. Il libro, riccamente illustrato a colori, è scaricabile gratuitamente. L’autore Thakur S. Powdyel sarà anche key-note speaker al Decimo WEEC a Bangkok (3-7 novembre 2019).

Leggi tutto