50 anni da “The Limits to Growth” e uno sguardo trasversale sull’educazione, due “call for papers” di “Culture della sostenibilità”

La rivista scientifica internazionale “Culture della sostenibilità/Culture of sustainability” propone due temi monografici.

Il primo si ispira alla vecchia traduzione (inesatta) italiana del rapporto del MIT al il Club di Roma (1972) – ora ripubblicato – che nel titolo originale era I limiti alla crescita (The limits to growth) e arriva in occasione del cinquantesimo anniversario della pubblicazione del celebre ed esplosivo rapporto curato da un gruppo di giovani ricercatori.

Due le chiavi di lettura suggerite dalla “Call for papers” che rientra nelle numerose iniziative in programma per l’anniversario di “The Limits to Growth”:

–   i paletti futuri a una ulteriore crescita posti dalla finitezza delle risorse e del territorio italiano (in un pianeta a sua volta finito), ma anche

–   i limiti e le distorsioni dello sviluppo italiano così come lo abbiamo conosciuto negli ultimi decenni letti alla luce della sociologia dell’ambiente.

Una rivisitazione critica di 50 anni di storia italiana e degli scenari futuri

Diagnosi, prognosi, terapie, criticità e, forse, opportunità sono alcuni degli approcci che chi risponderà all’invito di “Culture della sostenibilità/Culture of sustainability” potrà utilizzare.

Gli aspetti da trattare sono numerosi: si va dal consumo di suolo al modello energetico, dagli scenari su scala regionale mediterranea/nazionale italiana del riscaldamento globale (per gli ecosistemi, per le comunità umane) alla perdita di biodiversità, da conflitti, movimenti e reti sociali alla cultura, alla scienza e alla comunicazione come limite o come strumento per la partecipazione, l’empowerment, la coscientizzazione, e a molto altro ancora, comprese le fitte connessioni trasversali tra i vari aspetti della storia italiana dell’ultimo mezzo secolo.

Il testo integrale della call è sul sito della rivista: http://culturedellasostenibilita.it/call-i-limiti-dello-sviluppo-italiano/, dove è anche possibile trovare le norme redazionali, il codice etico e ogni altra informazione utile.

La scadenza per l’invio degli articoli è il 31 maggio 2022.

 

L’educazione in transizione

Call per i partecipanti all’11th WEEC (World environmental education congress, Praga 14-18 marzo 2022)

Ai partecipanti all’11° congresso mondiale dell’educazione ambientale, che si terrà a Praga dal 14 al 18 marzo 2022, “Culture della sostenibilità/Culture of sustainability” propone come tema trasversale rivolto specialmente ai temi 2, 3, 6, 7 dell’11° WEEC “L’educazione in transizione”, sfide per l’educazione ambientale come fulcro di una riforma dei sistemi, dei principi e dei metodi educativi necessaria alla costruzione di una reale alternativa ecologica a un’epoca di cambiamenti sempre più rapidi e di guerre civili globali, in bilico tra transizione verso una catastrofe ecologica globale e una transizione ecologica ancora incerta e controversa.

Testo integrale

Scadenze

Invio abstracts: 31 marzo 2022

Invio dell’articolo completo: 30 giugno 2022

Contatti

redazione@culturedellasostenibilita.it

Sito web

www.culturedellasostenibilita.it

Scrive per noi

Redazione
Redazione
".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione

".eco" dal 1989 è la rivista non profit italiana di riferimento per l'educazione ambientale e l'educazione sostenibile, che è la coerenza e sinergia di tutti gli aspetti dei sistemi e processi educativi: educazione sostenibile significa ecologia delle strutture fisiche, degli ordinamenti, dei contenuti, degli obiettivi e dei metodi educativi.

Redazione has 1770 posts and counting. See all posts by Redazione

Parliamone ;-)