Saba Anglana: dalle pagine del passato, orrori coloniali e governi contemporanei

“Scelti da Valerio” è la rubrica di recensioni e segnalazioni a cura di Valerio Calzolaio.

Saba Anglana: “Il mio lungo viaggio”.

1938, Africa orientale coloniale. Sui monti etiopi Ahmar nell’Hararghe, la sedicenne Abebech viene inseguita da un somalo che la rapisce, portandola oltre confine e poi abbandonandola con una figlia. Nel 2015 ritroviamo la nipote Saba, che aiuta l’anziana zia Dighei a ottenere la cittadinanza dopo decenni, poiché ci sono nuove regole.

In casa, chiamano la cittadinanza italiana “La signora Meraviglia“. Con loro ripercorriamo subito la storia di Abebech a Mogadiscio, dove si sposò ed ebbe otto figli.

Saba Anglana: una vita tra Etiopia, Somalia e Italia

Che meraviglia Saba Anglana (nata a Mogadiscio nel 1970), musicista, cantante e autrice teatrale, ora al suo splendido debutto come scrittrice, attraverso un’originale e affascinante narrazione in prima persona al presente, delle vite vissute fra l’Etiopia, la Somalia e l’Italia! Esplora i turbamenti della doppia assenza emigrazione-immigrazione, il meticciato delle culture, gli orrori dei coloni e dei governi (anche attuali), e l’intensità degli amori familiari, insieme alle sfide della burocrazia.

Scrive per noi

Valerio Calzolaio
Valerio Calzolaio
Valerio Calzolaio, giornalista e saggista, è stato deputato (1992-2006) e sottosegretario all’Ambiente (1996-2001). Ha pubblicato numerosi libri sul tema della migrazioni e dei profughi ambientali.

Valerio Calzolaio

Valerio Calzolaio, giornalista e saggista, è stato deputato (1992-2006) e sottosegretario all’Ambiente (1996-2001). Ha pubblicato numerosi libri sul tema della migrazioni e dei profughi ambientali.

Valerio Calzolaio has 160 posts and counting. See all posts by Valerio Calzolaio

Parliamone ;-)