Un ponte Italia-Giappone sulla proibizione delle armi nucleari

Nessun continente è indenne da conflitti gestiti direttamente o indirettamente da potenze nucleari. Il disarmo e la proibizione della bomba atomica sono insomma sempre attuali e urgenti. Un ponte Tokyo-Milano per porare avanti l’impegno antinuclearista: il giornalista Minetaka Shimada di Akahata, settimanale di Tokyo, con 1 milione di copie di tiratura, ha intervistato gli attivisti di ICAN, Disarmisti esigenti, Alfonso Navarra, Laura Tussi, Fabrizio Cracolici, sull’entrata in vigore del TPAN/TPNW – Trattato Proibizione Armi Nucleari.

Leggi tutto

L’aria pura della libertà

Non a caso in tutto il mondo si canta la “Bella ciao” per il clima: partigiani ieri per la libertà, la pace e la democrazia, gli stessi ideali di oggi dei “partigiani dell’ambiente” che lottano per la giustizia sociale e ambientale. Tutto il “verde” del 25 aprile.

Leggi tutto

Papa Francesco: “Ecologia e solidarietà i pilastri del nuovo mondo”

Esce martedì 16 marzo in libreria il libro-intervista a papa Bergoglio “Dio e il mondo che verrà”. Anticipazioni su “La Stampa” di domenica 14 e su Vaticannews. Un nuovo modello di sviluppo per combattere, insieme, le disuguaglianze e i dissesti nell’ambiente al centro del libro, ma anche l’importanza di giocare con i bambini e molto altro. Per rendere libera l’umanità. In un altro libro (“Dei vizi e delle virtù”) il possibile nuovo diluvio universale.

Leggi tutto

Un canale video per la cultura della pace del XXI secolo

YouTube il canale “Siamo tutti Premi Nobel per la Pace con ICAN” – Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari, premio Nobel per la pace 2017. Promosso dai Disarmisti esigenti, membri italiani di questa rete internazionale, nasce un canale video per supportare l’iniziativa antinucleare globale e promuovere una “Rete per l’educazione alla terrestrità”.

Leggi tutto

Fratelli tutti. L’enciclica da tenere in ogni biblioteca

Fratelli tutti. Sulla fratellanza e l’amicizia sociale

Francesco

Religione

Introduzione di Antonio Spadaro (gesuita, direttore di La Civiltà Cattolica)

Marsilio Venezia, 2020

Pag. 255, euro 8,90

Leggi tutto

“Rendere la transizione equa, giusta, inclusiva”

Alla COP24 la società civile ha fatto sentire la sua voce con iniziative e manifestazioni per fare inserire i diritti umani nelle linee guida finali. I vulnerabili, infatti, purtroppo restano ancora poco tutelati: il documento non include i temi dei diritti umani, della sicurezza alimentare, dell’uguaglianza di genere. Ma la voce più forte è stata forse quella di una ragazza di 15 anni

Leggi tutto

COP24, una intesa al ribasso (ma di questi tempi si può forse tirare un sospiro di sollievo). L’Italia candidata ad ospitare la COP26

In Polonia si è tenuta una conferenza poco ambiziosa e di compromesso, ma poteva andare peggio. Ancora pochi i fondi stanziati per la lotta al cambiamento climatico e paesi produttori di petrolio impegnati nel boicottaggio. Del resto, il fatto che la COP24 si sia tenuta proprio in Polonia (che ricava dal carbone l’80 per cento della sua energia), nella regione carbonifera della Slesia, non era di buon auspicio. Clima, disarmo, pace, giustizia sociale, conversione ecologica sono temi sempre più interconnessi. L’Italia, rappresentata dal ministro Sergio Costa, si è schierata in campo internazionale con i più “ambiziosi”, candidandosi per la COP26.

Leggi tutto

Un mondo di pietra e la leggerezza

La strage terroristica di Parigi e il desiderio di un mondo migliore. Cosa saremo capaci di portare nei decenni che

Leggi tutto