Aiutiamo i giovani a battersi per il clima

Informare e sensibilizzare sulla crisi climatica globale: molti giovani lo stanno facendo molto bene, inventando anche nuovi linguaggi e nuove forme di comunicazione. Per farlo ancora meglio alcuni dei più noti giornalisti e comunicatori ambientali italiani, enti e istituzioni mettono a disposizione le loro competenze, i loro dati e le loro ricerche in una “masterclass” che si svolgerà a settembre. Sostenerla vuol dire condividere una idea e entrare in una comunità di persone attive e preoccupate per il clima. Scopri come.

Leggi tutto

Se ci fosse ancora Laura. Incontro riuscito con una pioniera dell’ecologia

Laura non c’è. Dialoghi possibili con Laura Conti

Barbara Bonomi Romagnoli e Marina Turi

Ambientalismo scientifico

Fandango Roma, 2021

Pag. 127, euro 12

Leggi tutto

Relazioni USA-Italia: cominciarono con il fondatore del moderno ambientalismo

George Perkins Marsh

Italia e Stati Uniti hanno celebrato i 160 anni di relazioni diplomatiche (11 aprile 1861). Il primo rappresentante diplomatico nel Regno d’Italia fu George Perkins Marsh, che restò nel nostro paese fino alla morte (1882). Marsh, con “Man and Nature” è stato anche l’autore del primo studio sistematico dell’impatto umano sull’ambiente.

Leggi tutto

Attivi per l’ambiente, anche restando a casa

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

Informarsi, formarsi, formare, ma anche continuare a mobilitarsi per il clima. Anche “restando a casa” è possibile continuare a occuparsi di ambiente, perché i grandi temi del riscaldamento globale, del disastro ecologico e della conversione verso societàverdi rimane, anche se l’inquinamento e le emissioni momentaneamente calcano per il generale rallentamento di produuzione e trasporti.

Leggi tutto

Risfogliando “.eco”: una ventata di ottimismo

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

Fiducia nel futuro e nella possibilità di ricostruire, a cominciare dall’ambiente, il dopo Coronavirus. Che di macerie ne lascerà moltissime. Una voce da Bologna. E un saluto da un amico berbero che scrive dal Marocco: “Dobbiamo unire le forze per difendere noi e la nostra amata Terra”.

Leggi tutto

Effetto boomerang della perdita di natura. Il mondo dell’ambiente di fronte alla pandemia

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

Da varie organizzazioni arrivano documenti e dati sul rapporto tra fragilità e vulnerabilità della società nata dall’Antropocene e l’impatto umano sugli equilibri del Pianeta. “La Natura è il nostro antivirus”. Materiali da WWF, ASVIS, Nimbus, Lipu, ISDE, Legambiente e Amici della Terra. Ma sul Terzo settore incombe un grave rischio.

Leggi tutto

Leggi il numero di “.eco” di marzo 2020

Il congresso mondiale dell’educazione ambientale (WEEC) e l’età verde di una gioventù che alza la voce al centro del numero di primavera. Insieme, come al solito, a molto altro: casi studio, rubriche, recensioni. I principali argomenti e il sommario completo di “.eco” di marzo 2020. I giovani “da destinatari ad attori” dell’educazione ambientale.

Leggi tutto

C’è del verde nel verde

Tutto dedicato ai giovani, protagonisti del congresso mondiale dell’educazione ambientale tenutosi a Bangkok e delle lotte per il clima, il numero di marzo 2020 di “.eco”. In un ampio speciale temi, voci e volti dal decimo WEEC. Abbonarsi subito o rinnovare subito per non perdere l’uscita di primavera della storica rivista italiana di riferimento dell’educazione ambientale.

Leggi tutto

Greta personaggio dell’anno

Abbiamo la Terra in prestito dai nostri figli. A Greta e ai milioni di giovani che si stanno mobilitando in tutto il mondo il merito di avercelo ricordato con grande forza. La copertina di “Time” gliene ha dato giustamente atto. Un riconoscimento che premia l’intero movimento.

Leggi tutto

Greta in Italia, a Torino

Greta Thunberg, ritratto d’autrice. A Torino per vedere da vicino i giovani che hanno vita a una delle più grandi manifestazioni del venerdì, porta da noi la sua intelligenza ecologica assolutamente straordinaria, quell’intelligenza che tutti dovrebbero avere: un’intelligenza capace di riconoscere le molteplici connessioni che ci legano all’ambiente.

Leggi tutto