Letterina al 2021. Ma non è un cambio di data che cambia il mondo

Dato l’addio senza rimpianti al 2020 (ma per molti con dolorosi ricordi), si cerca di guardare con speranza e ottimismo al 2021 appena iniziato e che avrà, come tutti gli anni, vita breve (appena 12 mesi). L’anno nuovo sarà migliore solo se si guarderà veramente al bene comune e alle cose che contano davvero. Perché non è un cambio di data che cambia il mondo.

Leggi tutto

Addio 2020, senza rimpianti, ma per costruire un futuro diverso e con il vaccino giusto

Una vaccinazione della Terra dalla pandemia del disinteresse. Se non si inquinassero acqua, aria e suolo potremmo vivere molto meglio e senza pandemie. Il nuovo coronavirus ha seminato molti lutti in un “annus horribilis” che lasciamo volentieri indietro, con qualche speranza di cambiamento, specie per l’ambiente. Le pandemie sono infatti un capitolo della crisi ambientale provocata dal nostro modello di produzione e consumo. I vaccini sono benedetti, ma non rimuovono le cause remote del problema e non devono restituirci un senso di impunità e onnipotenza.

Leggi tutto

“La condivisione aiuta tutti, soprattutto gli esclusi”. Da Velletri (Roma) una riflessione sugli impatti psicologici e sociali del Covid-19 nell’intervista a Giusi Gabriele.

Riportiamo l’interessante intervista effettuata e gentilmente condivisa da Rocco della Corte, Direttore del giornale Velletri Life alla Dott.sa Giusi Gabriele, psicologa formatasi con Franco Basaglia, Direttrice della UOC Salute mentale ASL Roma  2. Già Direttore generale della ASL Roma D e Assessore per le Politiche per la Salute del Comune di Roma.
L’impatto emotivo e psicologico della quarantena; la paura del contagio; le situazioni più a rischio; le riflessioni sulle conseguenze post-corona virus; l’importanza di imparare a stare, sia insieme che in solitudine, per riuscire a cogliere questo momento come un’opportunità di cambiamento.

Leggi tutto

Pandemia: funzionalità e disfunzionalità della risposta italiana

La pandemia ha fatto emergere il problema del rapporto tra i vari livelli dell’ordinamento costituzionale: i conflitti fra Stato e Regioni hanno reso più lenta e meno funzionale allo scopo la reazione all’aggressione da parte del Covid-19. Un piano globale di sviluppo sostenibile non potrà realizzarsi senza un’armatura istituzionale multilivello: nazionale, europea e internazionale.

Leggi tutto

La Dad non è la panacea ma aiuta a meglio motivare

La pandemia contribuisce a negare ai giovani il diritto all’apprendimento, aggravando la frattura tra i pochi che sanno ed i molti che non sanno. E la scuola crea disagio: agli studenti come agli insegnanti. La Dad – pratica emergenziale e non sostitutiva di quella in presenza – allora può e deve diventare occasione di un recupero della motivazione e della finalità di un progetto educativo.

Leggi tutto

La sfida sociale della pandemia nel regno dell’algoritmo

Il mondo aggredito dal Covid è lo stesso mondo che non ha risolto nessuno dei problemi lasciati aperti dal secondo conflitto mondiale: non ha risolto il problema della fame, non ha risolto il problema delle precarie condizioni sanitarie di larga parte del globo; non ha risolto le diseguaglianze nella ripartizione della ricchezza globale e non ha neppure risolto i problemi della tutela dei diritti dell’uomo.

Perché la lotta alla pandemia sia efficace, occorre tutelare la dimensione economica della mera vita: attraverso politiche (pubbliche) di redistribuzione della ricchezza fin qui accumulata e concentrata, inopinatamente, nelle mani di pochi.

Leggi tutto

Il vuoto formativo del dopo-Covid

Il danno maggiore e duraturo del coronavirus sarà il vuoto formativo scaturito da una scuola malfunzionante, per giustificata paura da contagio, per ingiustificabile inefficienza organizzativa, per mancanza di una visione innovativa ed anticipatoria della didattica. La ripartenza deve invece fondarsi sulla cultura, motore di ogni trasformazione. Bisogna impegnarsi a immaginare un nuovo inizio: lanciamo un appello a intellettuali, studiosi, responsabili scientifici disseminati nelle varie istituzioni e sul territorio, politici, sindacalisti, e pensionati in buona salute perché diano il loro contributo.

Leggi tutto

La società al tempo del Covid, un Nirvana della realtà assorbita dalla virtualità

I cambiamenti prodotti dal Covid-19. La pandemia raccoglie in sé la drammaticità del tempo e porta con sé un inevitabile cambiamento epocale, un’accelerazione della storia di cui non riusciamo a vedere la direzione.

Leggi tutto

“ecoricostruzione”: un numero speciale di “.eco” sulla emergenza Coronavirus e sul dopo-pandemia. Perché la soluzione non è “tornare alla normalità”

La normalità era il vero problema: cosa abbiamo imparato, cosa cambierà in futuro, cosa dovrà cambiare. Questi alcuni dei temi del numero speciale di “.eco” sulla “Ecoricostruzione” (qui accanto la controcopertina del dossier speciale di “.eco” di giugno 2020). Con l’invito a collaborare al numero di settembre

Leggi tutto

Homo faber fortunae suae. Come il Covid-19 ci ha insegnato

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

L’uomo è artefice della propria sorte. Ogni giorno è la giornata dell’ambiente, perché se la natura è indifferente a noi, noi non possiamo essere indifferenti alla natura: ne va della sopravvivenza della nostra specie. La pandemia da Covid-19 ne è un esempio: un essere senza sistema nervoso centrale ha imposto radicali misure di comportamento a esseri ben dotati di sistema nervoso centrale.

Leggi tutto

Scuola, Didattica a distanza, pandemia e…valutazione degli alunni

Le riflessioni dell’esperta di pedagogia Luisa Piarulli sul mondo della didattica. Ogni crisi permette un’opportunità di cambiamento, ma questo deve essere reale, stimolato e non dettato dall’emergenza. Formazione globale degli studenti in ottica bio-psico-sociale, etica della valutazione e “cum-divisione” concreta: ecco alcuni tra gli aspetti da tenere in considerazione per ripartire dopo la DAD.

Leggi tutto

“La Terra non è nostra!” e altri insegnamenti del Covid visti dagli occhi di un bambino

La situazione causata dal coronavirus può insegnarci molto: che l’uomo fa parte della natura; che per il benessere di tutti non servono bisogni inutili, ma sono essenziali la salute, le interazioni sociali e il rapporto con l’ambiente; e soprattutto che “la Terra non è nostra”. Ce lo ricorda Elia, un bambino di 10 anni. Sono cose semplici che però gli adulti sembrano dimenticarsi, riusciremo a farne tesoro nelle nostre azioni future?

Leggi tutto

Salute dell’umanità: possibile organizzazione formale della città sostenibile

Un nuovo contributo per il dossier coronavirus dall’educatore ambientale Giovanni Lamacchia. Riflessioni sullo sviluppo urbano sostenibile: le città sono i luoghi in cui si concentra la maggior quantità di persone, attività economiche, inquinamento e rifiuti; in cui lo sfruttamento del territorio non rispetta le potenzialità del suolo. Proprio per questo sono anche i luoghi in cui è possibile e doveroso sperimentare l’integrazione sostenibile tra ambiente, cultura, economia e società, in un processo sempre attivo per il benessere di tutti. Il primo esempio? Andare in bici!

Leggi tutto

Produrre, vivere e sopravvivere all’epoca del Covid-19.

Come riorganizzare il lavoro? La distinzione tra economia naturale ed economia del denaro può esserci utile? E dobbiamo rassegnarci a una vita quotidiana calcolata al millimetro di distanza consentita? Tra riflessioni sociali ed economiche, l’autrice Tiziana Carena si chiede come verranno rappresentate in futuro le usanze e i costumi all’epoca del Covid. Certo è che per convivere con il virus le nostre abitudini saranno stravolte.

Leggi tutto

Coronavirus occasione di miglioramento anche per la scuola. Necessità di equità e certezze per gli alunni.

Proprio ieri è stato inviato dall’Autorità garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Filomena Albano un documento al Comitato istituito dal Ministero dell’Istruzione. Importanza della relazione in presenza e del bisogno di socializzazione degli alunni; suggerimenti per il ritorno sui banchi, con linee guida centralizzate ed esperienze diversificate; bisogno di certezza degli studenti.

Leggi tutto

100 Domande in 100 Pagine: il libro gratuito di Gunter Pauli che invita tutti a riflettere, anche per iniziare a costruire il post Covid

Gunter Pauli invita tutti a riflettere e farsi domande, a partire da quelle del suo libro “100 Domande in 100 Pagine”. Un invito a interrogarsi sulle origini e le implicazioni di questo virus e a capire come superare la crisi, insieme, grazie al confronto. Una dichiarazione d’amore per stimolare dibattiti e cambiamento. Scaricabile gratuitamente dal sito.

Leggi tutto

Buon Earth Day a tutti! Segui la diretta di #OnePeopleOnePlanet: stasera anche la Rete WEEC Italia!

Nel 50esimo anniversario della giornata della Terra, l’umanità è ferma a causa del coronavirus. E’ una stituazione difficile ma che ci può insegnare molto. Ci rendiamo oggi ancora più conto di quanto il modello socioeconomico su cui abbiamo impostato la vita nella nostra società non è tollerabile, né da noi né dalla nostra casa. La Terra. La buona notizia? Un cambiamento è possibile! Segui le mille voci che lo raccontano in diretta nella maratona online #OnePeopleOnePlanet, alle 19:10 ci sarà anche il servizio preparato dalla Rete WEEC Italia!

Leggi tutto

La „Coronabond-Krise“ osservata dai Social Media: tra nazionalismo ed il desiderio di riscoprire un’economia locale

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

Nelle parole dell’autrice Giulia Dickmans, una “figlia dell’Europa”, italotedesca di origine, la preoccupazione per le possibili derive nazionaliste del dibattito mediatico creatosi intorno ai cosiddetti Coronabond. E allo stesso tempo la speranza, illuminata dai valori europei, di un’economia rispettosa dell’ecosistema di cui tutti facciamo parte, nell’armonia di locale e globale che ben conosce chi si occupa di sostenibilità.

Leggi tutto

Il crepuscolo del geo-capitalismo. Virus, corpi, natura, valore. Un contributo di Dario Padovan e Andrea Lo Bianco

Vedi anche il dossier e il dibattito su questo sito

Lo scambio metabolico uomo-natura nell’era del capitalismo globale e il suo collegamento con l’espansione della pandemia da coronavirus. Ruolo del wildlife capitalism; influenza della scienza e politiche di sicurezza; mobilità negata e libertà dei consumi; crisi economica, cambiamento climatico e nuove configurazioni di potere. La discussione dei molti dilemmi emersi dal “fenomeno sociale totale” Covid-19 per iniziare a costruire il futuro collettivo.

Leggi tutto